Revenge Porn: una legge lo rende reato, ma di cosa si tratta?

0
74
revenge porn immagine
revenge porn

Il Revenge porn: da oggi diventa un reato perseguibile dalla legge. Finalmente un grande colmo riempito che rende giustizia a tutte le vittime di questa piaga sociale.

Revenge porn:La Camera ha approvato all’unanimità l’emendamento, presentato dalla relatrice Stefania Ascari (Movimento cinque stelle) al disegno di legge Codice rosso sulla violenza contro le donne. Il via libera con 461 voti a favore è stato accolto dagli applausi dell’Aula e i deputati Fratellid’Italia e Partito democratico si sono alzati in piedi.

Oggi la maggioranza ha trovato un’intesa capace di mettere tutti d’accordo, mettendo fine al Revenge porn: d’ora in poi chiunque invii, consegni, ceda, pubblichi o diffonda immagini o video di organi sessuali o a contenuto sessualmente esplicito, destinati a rimanere privati, senza il consenso delle persone rappresentate, è punito con la reclusione da uno a sei anni e una multa da 5000 a 15000 euro. Il capo politico Movimento Cinque stelle Luigi Di Maio ha rilanciato: “Ora si voti la legge”, ha scritto su Twitter. “Lo dobbiamo alle vittime e alle loro famiglie”. Nel merito è intervenuto anche il premier Giuseppe Conte con un post su Facebook: “Bella testimonianza da parte di una nostra fondamentale Istituzione”, ha scritto. La legge sul Revenge porn ha rappresentato  un grande passo in avanti in termini di progresso sociale.

Il voto raggiunge l’Unanimità

“Sono sempre particolarmente soddisfatto quando dal confronto fra posizioni diverse viene fuori una convergenza che poi si riflette in atti votati all’unanimità“. Ed è quanto accaduto poco fa in Aula con il voto unanime dell’assemblea sull’emendamento della commissione Giustizia sul Revenge porn. Lo scrive su Facebook il presidente della Camera, Roberto Fico.Quando la Camera è in grado di dare risposte di questo tipo -aggiunge- è un segnale molto positivo. Perché significa che tra le forze politiche prevalgono gli obiettivi comuni e che il dibattito parlamentare è vivo e riesce ad assolvere alla sua funzione di trovare la sintesi, anche su temi sensibili e delicati”.

Passo indietro invece della Lega che ha deciso di ritirare a sorpresa l’emendamento sulla castrazione chimica per gli stupratori.

L’unanimità: segno inconfutabile sul senso di giustizia.

Ed è proprio così, questo perchè la faccenda del revenge Porn troppe vittime ha mietuto nel corso degli ultimi anni. Il mondo di internet si sa, porta con se anche i lati negativi se non i più oscuri. Ma l’unanimità raggiunta su questo emendamento, ci fa capire quanto la civiltà ed il senso di giustizia, sono dei valori che ancora ci appartengono.

Se ti è piaciuto l’articolo di attualità visita la categoria con le News più influenti.

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments