Re-lender: piattaforma Italiana di Crowdfunding Immobiliare

0
122

Re-lender è veramente la nuova frontiera nel settore del crowdfunding immobiliare in Italia? Scoprilo adesso. 

Re-Lender crowdfunding immobiliare

Il crowdfunding immobiliare, ad oggi, rappresenta una delle opportunità più interessati per tutti quelli che vogliono investire online. Tra tutti gli utenti che vogliono trovare un business online profittevole, spiccano quelli che cercano di fare soldi con gli immobili. Ma:

  • siamo sicuri che il settore immobiliare vecchio stampo sia ancora qualcosa di sostenibile e scalabile?
  • Quali sono i rischi?
  • Perché non concentrarsi, allora, sul crowdfunding immobiliare? 

Cerchiamo di capire di che cosa si tratta e di come si sfruttano tutte le occasioni di investimento che ci permettono di poter ricevere un interesse stabilito a monte per i soldi che decidiamo di investire sulla piattaforma Re-Lender. Vedremo tutte le opportunità interessanti che Re-Lender mette a disposizione dei propri investitori e utenti e quanto è l’investimento minimo per provare la piattaforma. 

Il crowdfunding in Italia è un settore performante che non conosce crisi. Infatti le opportunità di investimento online, anche di cifre piccole, ormai vanno di moda. Ma come si ottengono rendimenti interessanti? Tramite il crowdfunding si investe in progetti interessanti avendo indietro un interesse ad una data prestabilita. 

Quali progetti? 

Tramite il crowdfunding si possono finanziare progetti di vario tipo. All’interno di questa guida, però, ci occuperemo di capire come funziona il crowdfunding immobiliare, e quindi legato agli immobili. Si tratta di un settore chiave che sta spopolando in tutto il mondo per via di una sua caratteristica chiave: la sostenibilità. Si, il crowdfunding immobiliare è uno degli investimenti online più sostenibili che esistano. 

Oggi parleremo di Re-Lender per svariati motivi. Re-Lender è una piattaforma leggermente diversa rispetto a tante altre presenti in rete. Infatti la sua mission è quella di recuperare delle delle strutture esistenti, ristrutturarle e renderle nuovamente fruibili, sostenibili, vivibili, funzionali e operative. 

Se questa mission ti stuzzica l’appetito devo dirti che non finisce qui: Re-Lender non si occupa solo di edifici residenziali. Re-Lender si occupa di: 

  • complessi industriali
  • complessi urbani
  • progetti di rinnovamento tecnologico, energetico e ambientale

Sembra tutto bello per essere vero? Si, ma quali sono i rischi? Ci sono degli svantaggi? Ecco di cosa ci occuperemo in questa pratica guida su Re-Lender. 

Re-Lender come funziona: cos’è?

 

Re-Lender Marella presidente
Il CEO di Re-Lender Francesco Marella

Innanzitutto partiamo col dire che Re-Lender è una SPA Italiana di Crowdfunding Immobiliare. Il fondatore è il dott. Francesco Marella. Il gruppo Marella è famoso nel campo immobiliare. Ora come si fa per accedere a Re-Lender? La piattaforma ritrova online, è in lingua italiana e funge da marketplace. In sintesi Re-Lender rappresenta un punto di incontro tra:

  • gli investitori privati che sono disposti a investire il proprio denaro in cambio di un tasso di interesse
  • le Piccole Medie Imprese o le Imprese in generale che hanno necessità di denaro per poter portare a compimento un loro progetto e finanziarlo. 

Come vengono gestiti i soldi? La raccolta del denaro avviene tramite la payArea della piattaforma. L’istituto bancario che mette a disposizione la funzione è un istituto di pagamento spagnolo. Si tratta di un istituto regolamentato in Italia, autorizzato ad operare. L’istituto alla Caja Rural de Soria.

Per quale motivo ReLender è diversa da tutte le altre piattaforme di Crowdfunding? 

Per rispondere a questa domanda bisogna partire dal significato del nome Re-Lender. Re sono le prime due lettere della parola “Reconversion” che in Italiano significa Riconversione. Lender, invece, vuol dire prestatore. Quindi cosa significa Re-Lender? Prestare per riconvertire. Per questo motivo la mission della piattaforma Re-Lender è quella di promuovere delle campagne per finanziare dei progetti di riconversione. L’idea è sempre quella di riconvertire gli immobili vecchi per far evolvere l’economia italiana e il territorio. 

Come abbiamo già detto il raggio d’azione di Re-Lender non è limitato agli immobili da destinare ad abitazioni. Una delle missioni sono le riconversioni sotto vari punti di vista:

  • tecnologica
  • ambientale
  • energetica
  • industriale
  • urbana

Re-Lender ha trovato una soluzione pratica: ha fuso due tipologie di crowdfunding, e quindi di finanziamento collettivo. 

  • il landing crowdfunding: è una forma di investimento online dedicato a quegli investitori che intendono ottenere degli interessi a fronte di un prestito 
  • il civil crowdfunding: si tratta di una forma di investimento dedicato alla riconversione dei beni immobili d’interesse comune in un determinato territorio. 

Come funziona Re-Lender? 

ReLender è una piattaforma che mette in contatto i finanziatori con le aziende con l’intento di intercettare del denaro per dei progetti di riconversione urbana, industriale e immobiliare. Che strumento si utilizza? Il lending crowdfunding. Come funziona? In sostanza chi presta il denaro riceverà un interesse costante e periodico fino ad una determinata scadenza. Alla scadenza il capitale viene restituito. In questo possiamo dire che il crowdfunding ricorda in un certo senso il prestito obbligazionario. 

Registrazione a ReLender 

Il primo passo da fare gratuitamente è registrarsi alla piattaforma  Re-Lender. Il processo è assai facile e intuitivo e richiede veramente pochissimo tempo. L’iscrizione è GRATIS e bisognerà andare a www.relender.eu e fornire i dati richiesti. 

Ovviamente avrai la possibilità di poterti iscrivere:

  • come investitore
  • come azienda proponente di un progetto di riconversione 

Se vuoi iscriverti come investitore, invece, ti saranno richieste alcune informazioni chiaave come: 

  • il tuo lavoro
  • la provenienza dei fondi 
  • l’entrata media di ogni mese 
  • se si ha pi di 70 anni
  • se si è politicamente esposti 
  • indicare se ci si ritrova in regime dichiarativo

Una volta che avrai attivato il tuo profilo da investitore potrai accedere sulla piattaforma. 

Ti arriverà un link nella mail che hai indicato in fase di iscrizione per la conferma del profilo. Da quel momento in poi potrai procedere con il versamento alla piattaforma Re-Lender. 

Come si trasferiscono i soldi su Re-Lender? 

Per via della legge antiriciclaggio prima di investire è necessario inserire i propri documenti per dimostrare la veridicità delle informazioni fornite e il conto corrente da dove provengono i fondi. 

Per compiere questa azione sarà necessario recarsi nella propria Area privata > Documentazione. 

I documenti che si devono inserire sono

  • documento di identità in corso di validità (passaporto o carta di identità)
  • un documento che provi il conto collegato al tuo profilo e che quindi mostri IBAN e Logo della Banca

Compiute queste azioni sarà necessario attendere dalle 24 alle 48 ore. A quel punto Payarea convaliderà i documenti che hai fornito. Da quel momento potrai iniziare ad investire su Re-Lender. 

Come si trasferiscono i Soldi su Relender? Per trasferire il proprio denaro sulla piattaforma sarà necessario utilizzare una carta di credito o effettuare un bonifico bancario. Nel caso di bonifico bancario il saldo si aggiornerà dopo 2/3 giorni lavorativi. Molto dipende dall’istituto di credito da cui proviene la somma di denaro. 

Come si investe su Re-Lender?

Dentro la piattaforma potrai trovare svariati progetti e decidere quale finanziare. 

Se decidi di accedere nella sezione Prestare potrai trovare dei dettagli in più su ogni progetto come:

  • il rating attribuito da Re-Lander all’impresa richiedente
  • la descrizione dettagliata del progetto
  • alcune informazioni e dettagli aggiuntivi sull’investimento

Una volta che avrai selezionato il progetto che ti soddisfa potrai investire con l’importo desiderato, e ti assicuro che non ci vogliono i milioni, ma lo vedremo più avanti. Puoi investire anche su più progetti simultaneamente, anche se, essendo un investimento a tasso fisso, non ha molto senso differenziare in questo ambito. 

re-lender quanto si guadagna? 

Ci sono delle informazioni importantissime che dobbiamo fornire. Per prima cosa: su Re-Lender non ci sono commissioni per il prestatore. 

Tutti i progetti hanno un (ROI) Rendimenti fisso. Le altre informazioni che troverai sono:

  • la durata dell’investimento 
  • la quota obiettivo da raggiungere
  • gli interessi che maturerai mensilmente. 

Le prime campagne di crowdfunding su Re-Lender offrono un guadagno importante: si parla di una soglia che oscilla tra l’8% e il 10% del capitale investito in un anno. Degli interessi importanti considerato che si tratta di un investimento a rischio abbastanza contenuto. Mi vengono in mente i libretti risparmio o il conto deposito. Ma allora: perché non risparmiare con Re-Lender? 

Ma su Re-Lender puoi investire anche solo 50 euro. Infatti non è necessario possedere ingenti capitali per investire sul mercato immobiliare. Puoi partire con soli 50 euro e poi aumentare l’investimento, se lo vorrai, con multipli di 50 e senza un limite effettivo. 

Investire su ReLender conviene?

Per dare una risposta a questa domanda è meglio far parlare i numeri. Infatti è necessario spiegare al lettore come si calcolano i costi e i profitti su Re-Lender sia per prestatori che per richiedenti. I dati sono verosimili a quelli presenti su un progetto che abbiamo trovato sulla piattaforma, ed è quindi verosimile a ciò che troverete sulla piattaforma Re-Lender. 

re-lender guadagnare online Se sei interessato a capire quanto si guadagna su Re-Lender è il momento di dirti tutto. Come noterai i progetti sono strutturati secondo una cadenza di 18 mesi come termine. Questo significa che si tratta di un periodo accettabile, e con dei rendimenti ottimi. I soldi guadagnati verranno versati sul tuo conto con cadenza mensile. Alla fine dei 18 mesi il tuo capitale sarà restituito per intero e sarà prelevabile sul metodo che hai scelto per le transazioni. 

Ma quanto si guadagna in 18 mesi? Quando un progetto frutta il 10% lordo all’anno, significa che in 18 mesi frutterà circa il 14%. Al netto delle imposte questa percentuale si tradurrà in un 11,3% effettivo sull’intera cifra versata. 

Ma conviene investire su Re-Lender? A conti fatti la risposta è si. Per rendere un’idea ho deciso di mettere a paragone il rendimento di alcuni strumenti tradizionali che vengono in genere considerati mostri sacri, con il rendimento che offre Re-Lender. 

risparmio garantito annuale

I Rischi del crowdfunding e di Re-Lender

Dirti che questo settore è privo di rischi non è etico né professionale. 

Anche questo settore presenta il suo grado di rischio. Cerchiamo di capire allora quali sono le cose che devi sapere prima di investire su Re-Lender e sul crowdfunding immobiliare. 

Molti investitori si chiedono: ma che fine fanno se la campagna non ragigunge l’obiettivo prefissato? Qualora il progetto di riconversione non raggiungesse la cifra preposta entro il termine della campagna, il denaro sarà restituito interamente all’investitore che potrà decidere di destinarlo ad un altro progetto. 

In questo caso, quindi, non esiste rischio di perdere soldi, neanche in parte. Il denaro verrà solo vincolato fino alla scadenza della campagna e i soldi verranno restituiti all’investitore. 

Ma che fine fanno i vostri soldi? 

Il denaro degli investitori viene segregato in un conto bancario presso l’istituto di cui abbiamo già parlato, la Caja Rural de Soria. 

Una garanzia: il vostro denaro non può andare in fumo nel caso in cui l’istituto diventi insolvente. Essendo un conto bancario segregato l’ente non può reinvestire il vostro denaro. 

Se mettiamo a paragone i servizi che offre ReLender con altre piattaforme di lending crowdfunding o di altre piattaforme con investimenti di tipo equity, dobbiamo dire che Re-Lender presenta dei rischi più contenuti. Infatti in Re-Lender non si diventa azionisti dell’immobile, e non si è quindi responsabili del capitale. Per quanto si tratti di un investimento più sicuro rispetto ad altri questo non ci protegge totalmente da eventuali rischi che si possono presentare. 

Quello più grande è che la Piccola Media Impresa che ha richiesto i soldi possa risultate insolvente. Questo può succedere per via delle mutate condizioni economiche della società, o peggio ancora di una errata valutazione del merito creditizio. Per dirla in maniera semplice: l’unico rischio concreto che si corre con Re-Lender è che il progetto, una volta messo in campo, possa fallire. A quel punto l’impresa non potrebbe ripagare il debito contratto con la piattaforma. A quel punto ReLender avvierà una procedura per recuperare il credito adendo le vie legali, ma non garantisce la restituzione né totale né parziale dei soldi investiti, né tantomeno degli interessi. 

Re-Lender esperienze e Opinioni 

Leggendo sui vari forum possiamo trovare molti pareri sulla piattaforma Re-Lender. La stragrande maggioranza sono positivi. Questo perché l’iscrizione è gratuita e gli investimenti non sono soggetti a commissione per chi presta il denaro. Le prospettive di guadagno sono importanti per quegli investitori che vogliono differenziare, anziché lasciare del denaro parcheggiato a non lavorare per voi. 

ReLender non ha ancora un’app. Nonostante tutto gli utenti hanno riscontrato che il sito di Re-Lender si adatti molto bene alle esigenze degli utenti. Molte recensioni poi sottolineano il fatto che l’investimento minimo è veramente contenuto (solo 50€)

Altri utenti sono attratti dalla mission di Re-Lender che, come spiegato, è incentrata sulla riconversione non solo immobiliare, ma anche per il recupero degli immobili, il recupero del territorio. 

Le uniche recensioni negative, allo stato attuale, riguardano la scarsità di progetti finanziabili. Ancora non vi sono molte campagne attive. Ma questo problema è tipico di molte piattaforme di crowdfunding immobiliare.

In Italia questo settore e tipologia i investimento è assai cerca. Uno dei motivi è anche la selettività di Re-Lender. Infatti la due diligence applicata sui progetti è molto stringente. L’intento chiave è quello di tutelare gli investitori e la credibilità della propria piattaforma e del proprio marchio. Re-Lender è un progetto che nasce per crescere esponenzialmente. 

Re-Lender Tasse: come si pagano?

Come già accennato per quanto riguarda il punto di vista della fiscalità, gli utenti possono stare sereni. Questo perché Re-Lenderagisce da sostituto d’imposta. Questo significa che tratterrà le imposte sui profitti a monete. La piattaforma di crowdfunding immobiliare, tramite la sua payArea, andrà ad applicare una ritenuta fiscale pari al 26% sugli interessi maturati. Si tratta della imposta standard sui proventi che derivano dagli investimenti. 

Se si investe su Re-Lender da un paese che ha la propria sede fiscale fuori dall’Italia, si riceveranno gli introiti lordi. A quel punto l’investitore dovrà pagare le tasse e indicare i profitti nella dichiarazione dei redditi, secondo quanto prevede la legge del suo paese. 

Tutti gli anni la piattaforma Re-Lender invierà ai suoi investitori un report dettagliato che potrà essere scaricato. Al suo interno vi sono tutte le informazioni fiscali. Si tratta di una comodità per chi cerca degli strumenti intuitivi e accessibile anche dal punto di vista burocratico. 

Leggi anche -> Il mercato immobiliare ai tempi del Coronavirus

Ci sono delle Alternative a Re-Lender?

La risposta è si, e ne parleremo in altre guide dedicate. In questa fase ci occupiamo di Re-Lender e si può dire che si tratta di una piattaforma di crowdfunding  au cui puntare. Per quanto sia una realtà giovane, nata nel 2019, Re-Lender ha già raccolto svariati milioni per finanziare dei progetti sulla riconversione urbana e sulla sostenibilità. 

Recensione Re-Lender – FAQ e domande frequenti 

D. Qual è il funzionamento di ReLender?

R. ReLender è una piattaforma dilending crowdfunding immobiliare. Su Re-Lender i privati possono investire nel settore immobiliare prestando dei soldi alle piccole medie imprese. L’intento è quello di finanziare dei progetti di riconversione sia dal punto di vista urbano, energetico, ambientale e industriale. La formula di investimento utilizzata è assai simile al prestito obbligazionario. In sostanza presto dei soldi e alla scadenza avrò indietro il mio capitale con un tasso di interesse garantito che viene stabilito a monte. (Rimborso del capitale investito + interessi maturati)

D. Investimento minimo Re-Lender: quanto è?

R. Per investire su Re-Lender basteranno 50 euro. Si tratta dell’investimento minimo per poter finanziare un progetto. 

D. Re-Lender Opinioni: cosa si legge nei forum?

R. Allo stato attuale Re-Lender ha avuto un ottimo riscontro tra gli utenti. I punti di forza sono:

  • la semplicità di utilizzo della piattaforma
  • la convenienza dei rendimenti offerti
  • il rischio contenuto 
  • agisce da sostituto di imposta e quindi agevola il pagamento delle tasseSe dovessimo parlare di svantaggi diremmo che:
  • ci sono ancora pochi progetti ( si tratta però di uno svantaggio ancora comune a diverse piattaforma di crowdfunding immobiliare).

D. ReLender ha un’app per cellulari? Re-Lender Piattaforma

R. Allo stato attuale no. Non esiste un’applicazione negli store per tablet e cellulari. C’è da dire, però, che il sito è strutturato in maniera da avere buona usabilità sui dispositivi dai quali deciderai di accedere. 

D. Re.Lender è una società italiana? Re-Lender è affidabile?

R. La risposta è SI. ReLender è una Società Per Azioni e la sua sede è a Milano. Molte testate si sono occupate di Re-Lender; anche il Sole 24 Ore l’ha definita come una delle piattaforme di crowdfunding immobiliare più interessante del settore. 

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments