PETROLIO USA: Trump ne vuole di più e si prepara a trivellare l’Atlantico

0
202
PETROLIO USA : Trump ne vuole di più e si prepara a trivellare l'Atlantico

Trump ha deciso: vuole incrementare l’estrazione di Petrolio

L’esecutivo di Donald Trump sarebbe pronto a svelare i suoi piani sull’espansione petrolifera offshore.

Con questo nuovo progetto sarà consentita la vendita di nuovi diritti di perforazione a largo delle acque dell’Atlantico.

Le compagnie petrolifere puntano ad ottenere diritti di trivellazione nelle acque artiche a nord dell’Alaska e nel Golfo del Messico Orientale. Questi luoghi sono attualmente inaccessibili ai rigs sino al 2022.

Trump ha quindi ordinato al Dipartimento dell’Interno di focalizzarsi su questa nuova sfida, con l’obiettivo di mandare all’asta i diritti di perforazione di nuovi pozzi (Petrolio e Gas) al largo della Costa Orientale degli USA. Tale territorio era stato escluso dalla precedente amministrazione Obama.

La proposta di Trump entrerebbe in vigore nel 2019, fino al 2024, sostituendo il piano di Obama che giungerà al suo naturale termine nel 2022.

Cosa potrebbe accadere?

Trump ha sempre ricevuto pressioni da parte dei vertici del settore petrolifero statunitense. Sin dagli esordi della sua campagna elettorale il buon Donald aveva dovuto garantire agli estrattori più permessi e concessioni. Per far questo ha dovuto modificare i patti per il clima e il surriscaldamento globale.

Ma la nuova strategia va oltre: Trump intende adesso integrare la produzione attualmente in essere nel Golfo del Messico.  Ad oggi, però, non siamo in grado di determinare con precisione l’entità della riserva complessiva di greggio su cui Trump vuole mettere le grinfie. I dati storici a nostra disposizione sono datati e quindi obsoleti.

I legislatori della Florida e i verdi si stanno opponendo con forza a questo progetto di espansione. Gli attivisti sostengono che questa zona del pianeta dovrebbe essere sostentata dal turismo, e non dalle trivelle. Turismo che, già oggi, fornisce importanti ritorni economici.

Perché si trivella? 

Dan Eberhart, CEO di Canary LLC, ha dato una spiegazione:“È importante che il governo federale metta a disposizione nuove aree da dedicare allo sviluppo del settore, ovvero aree dove si possa praticare un’adeguata ricerca di Petrolio e Gas Naturale: tutto questo servirà a far fronte alla domanda futura.  Non vuol dire che trivelleremo per ogni dove, ma per noi è importante sapere quali aree abbiamo a disposizione al fine di intraprendere le iniziative migliori”

Infatti la maggioranza delle acque negli Stati Uniti sono aperte allo sviluppo di progetti riguardanti Gas Naturale e Petrolio. Le restrizioni riguardano le attività che possono essere svolte solo su contratti “venduti” nell’ambito del piano quinquennale del governo.

Giungere ad una conclusione di questa situazione non sarà di certo facile. Sono parecchi i vincoli burocratici; quindi parecchi cavilli sa superare. E adesso i gruppi industriali sollecitano il governo USA a lasciare sul tavolo tutte le opzioni possibili per ottenere il risultato sperato.

Se ti piace trump e le notizie che lo riguardano prova visitando: Donald Trump (Donald Jhon Trump)

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments