🛢QUANDO IL PETROLIO COSTERA’ MENO DELL’ACQUA?

0
103
THE WATER WAR
THE WATER WAR

Mentre aumentano le scorte di Petrolio, diminuisce l’acqua potabile.

Si, proprio così. E’ ormai provato che, entro il 2025, il petrolio potrebbe costare meno dell’acqua. Ma procediamo con ordine: i grandi magnati si stanno appropriando di enormi riserve d’acqua. L’ex presidente George W. Bush e la sua famiglia, Li Ka-shing di Hong Kong, Manuel V. Pangilinan delle Filippine e altri stanno comprando migliaia di ettari di terreno con falde acquifere. Assieme ad essi laghi, diritti di sfruttamento, aziende di erogazione, azioni in compagnie di ingegneria e tecnologia dell’acqua.

Nel contempo, mentre c’è chi corre già ai ripari, i governi stanno limitando la possibilità dei cittadini di procurarsela. Procedendo per ordine è necessario dire che in questo momento le scorte di petrolio mondiali sono in eccesso.

Tutti gli stati produttori del mondo dovranno decidere, il 25 maggio, se diminuire l’estrazione di petrolio dai pozzi. Così facendo si riesce a mantenere il prezzo più alto. E’ scontato dire che meno offerta abbiamo sul mercato, più si riesce a sostenere il prezzo di vendita di un bene.

Nel mondo ci si prepara alla Water War

“L’acqua è il petrolio del 21° secolo.” Parola di Andrew Liveris, amministratore delegato dell’azienda chimica Dow. […] Solo negli USA, l’acqua è un’industria da 425 miliardi di dollari. Nella sua conferenza annuale sui “Cinque rischi principali”, la Goldman Sachs ha affermato che una scarsità d’acqua potrebbe essere, per l’umanità del 21° secolo, una minaccia più grave di quella di cibo e d’energia. Una siccità influenzerebbe immediatamente i raccolti di cereali, principale fonte di sostentamento delle popolazioni povere. Ed è proprio in quest’ottica che, entro il 2025, l’acqua potrebbe costare più del petrolio.

La falda acquifera che potrebbe fornire acqua all’umanità per 200 anni.

Bush nel 2005  ha comprato 1.200 km quadrati di terreno alla frontiera tra Bolivia, Brasile e Paraguay. Questo terreno si trova sulla falda acquifera più grande del mondo. Si parla di un volume di circa 40.000km cubi. Questa riserva potrebbe rifornire il mondo intero d’acqua potabile per 200 anni. Nel contempo gli analisti stimano che, senza i tagli OPEC, il prezzo del petrolio potrebbe crollare, per la gioia di tutti gli investitori che hanno scommesso sul ribasso dell’Oro Nero.

 

 

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments