Nuovo DPCM ottobre, mascherine obbligatorie e nuove misure

0
37
nuovo dpcm ottobre

Nel nuovo DPCM ottobre, c’è l’obbligo di indossare una maschera all’aperto tutto il giorno, ogni volta che c’è la possibilità di incontrare persone che non possono vivere insieme. Confermata quindi una delle intenzioni più note dell’esecutivo. Il Ministro Speranza ha elencato le novità presenti nel nuovo decreto. Tra queste, il rafforzamento del controllo sul rispetto delle distanze sociali e divieto di raduni, confermate pure le misure igienico-sanitarie e proroga dello stato di emergenza al 31 2021 gennaio.

Le novità del nuovo DPCM ottobre

Il ministro della salute Speranza, nel corso dell’intervento in aula, ha elencato le novità del nuovo DPCM. Disposizione già ampiamente dibattute nei giorni scorsi e situazioni che ancora andavano chiarata. Una su tutte, rispetto ai ruomors dei giorni scorsi, contrariamente anche all’ordinanza De Luca in Campania, è stata bocciata la chiusura anticipata dei locali notturni. Il ministro, tuttavia, ha detto: “L’Italia sta affrontando meglio la seconda ondata di crisi, ma non dobbiamo farci illusioni”. Questo è un avvertimento che anche se i dati sull’epidemia sono migliori della situazione in Europa, dobbiamo restare vigili.

Mascherine obbligatorie ovunque e sempre

Il nuovo DPCM entrerà vigore il prossimo giovedì, 8 ottobre 2020. Le disposizioni valgono su tutto il territorio nazionale, in primis l’obbligo costante di mascherina all’aperto. 

Non importa neanche quante persone ci siano per strada, va indossata. Il ministro Speranza ha ribadito che in assenza di vaccini le mascherine sono ancora il dispositivo di protezione più efficace. Pertanto vanno indossate ovunque sia possibile incontrare estranei ed persone esterne al proprio nucleo familiare.

nuovo dpcm ottobre

Questo seguendo l’esempio di Lazio, Campania, Foggia, Genova e altre città, dove le mascherine all’aperto sono già obbligatorie. “Nessuna zona quindi è a rischio”, motivo per cui l’obbligo permane.

Sono esclusi:

– Bambini sotto i 6 anni;

– Persone impegnate in intensi sport all’aria aperta;

– Persone con disabilità che non sono compatibili con la maschera (come soggetto su sedia a rotelle o che si muovono con un deambulatore).

Il presidente del consiglio Conte ha confermato la volontà di prorogare lo stato di emergenza fino al 31 gennaio 2021.

Il provvedimento ufficiale seguirà alla scadenza ufficiale dell’attuale per il 15 ottobre. Una decisione che ha sollevato le ire delle opposizioni ma difesa dal ministro della salute. Infatti, Speranza ha dichiarato che visto l’attuale trend di contagi e i mesi delicati che seguiranno, è la scelta più idonea. Soprattutto visto che non è ancora disponibile un vaccino che permetta misure alternative. 

No al coprifuoco per locali

Il ministro della salute ha escluso nel nuovo DPCM ottobre il limite orario nei locali notturni. Al contrario, il governo ha scelto di non prevedere una chiusura anticipata alle 23:00, ma di rafforzare il controllo delle misure attuate dalle forze dell’ordine. Ritorna quindi il divieto di raduni, misure di distanziamento e mascherine obbligatorie per clienti, baristi e camerieri.

Eventi e cerimonie

Le novità introdotte e annunciate non intaccano le regole riguardanti il ​​numero massimo di persone che partecipano a cerimonie, feste private e funerali. Ma per avere una cifra più dettagliata e i numeri definitivi dovremo attendere l’emanazione del testo.

 

Leggi anche Dpcm e Decreto Legge: differenze e chiarezza sul tema

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments