Ivanka Trump: chi è la figlia e consigliera di Donald Trump?

0
139
Ivanka Trum donne più potenti del mondo

Ivana Marie Ivanka Trump viene al mondo il 30 ottobre 1981. Ivanka Trump è una donna d’affari americana. Dal 2017 è consigliera del Presidente USA Donald Trump, di cui è anche la figlia secondogenita. La madre è la prima moglie di Donald, Ivana Trump. Ivanka è la prima ebrea della famiglia. La ragazza si era convertita all’ebraismo già prima del matrimonio con suo marito Jared Kushner, the Ivanka Trump husband. 

È una donna d’affari tra le più influenti del pianeta già di quarta generazione. Ivanka segue le orme della bisnonna Elizabeth, del nonno Fred e del padre Donald: ha ricoperto il ruolo di vicepresidente esecutivo dell’organizzazione di famiglia: la Trump Organization. In passato ha anche ricoperto il ruolo di giudice del programma televisivo di suo padre: “The Apprentice”.

ivanka trump
Ivanka Trump e Donald Trump

Ivanka Trump wikipedia? No! Ivanka by elysiumpost.com

A marzo 2017, Ivanka lascia la Trump Organization e inizia a prestare servizio alla Casa Bianca al fianco di suo marito nominato consulente senior da Donald Trump. Ricopre questa carica importante senza ricevere compenso. Il suo ruolo all’interno della Casa Bianca è oggetto di critiche.

Infatti, eticamente parlando, Ivanka Trump, grazie al suo ruolo, ha accesso ad informazioni riservate che, in genere, sono riservate ai soli dipendenti federali. Per ovviare al problema Trump ha fatto sottoscrivere i

“moduli di divulgazione finanziaria richiesti ai dipendenti federali”.

Quindi Ivanka risponde alle stesse regole etiche dei dipendenti federali. 

Durante il suo mandato alla Casa Bianca, ha continuato a gestire l’attività di famiglia del suo marchio di abbigliamento fino a luglio 2018. Questa questione ha destato ulteriori preoccupazioni etiche, in particolare per via dei possibili “conflitti di interesse“. Sin da prima dell’elezione di Trump era considerata una donna molto importante per il Presidente, già prima di divenire dipendente ufficiale della prima amministrazione Trump. 

Ivanka Trump ( The Donald Trump Daughter)

Figlia Trump: Infanzia e primi anni di vita

Ivanka Trump è nato a Manhattan, New York City. Figlia secondogenita di Donald Trump e della modella ceca-americanoa Ivana Zelníčková. Donald Trump è diventato il 45° presidente degli Stati Uniti nel 2017. Il padre Donald può definirsi un tedesco-scozzese. Sin da piccola viene chiamata “Ivanka”, un vezzeggiativo che in slavo significa “la piccola Ivana”.

Quando ha 10 anni appena i suoi genitori divorziano. Ivanka ha anche due fratelli: Donald Jr. ed Eric. Dal matrimonio di suo padre con Melania Trump ha anche una sorella di padre, Tiffany e un fratello di padre Barron.

Ivanka e Donald Trump
Una giovane Ivanka assieme a suo padre Donald

Fino all’età di 15 anni ha studiato alla Chapin School di Manhattan. Successivamente, dopo il trasferimento, studia alla Choate Rosemary Hall di Wallingford, nel Connecticut. Questo periodo segna molto la vita di Ivanka che descrive quel momento come  “vita da collegio” descrivendo Choate come una “prigione”. Il tutto mentre i suoi “amici di New York sono molto felici e si divertono“.

Laureatasi alla Choate nel 2000, si iscrive alla Georgetown University per due anni. Successivamente si trasferisce alla Wharton School of Pennsylvania presso l’Università della Pennsylvania dove conseguirà la laurea cum laude in economia nel 2004. 

Ivanka Trump Business: attività commerciale

Dopo aver conseguito la laurea alla Wharton School of Business, Ivanka Trump lavora come project manager immobiliare presso Forest City Enterprises. A partire dal 2005 entra a far parte della Trump Organization nel 2005. All’interno dell’organizzazione ricopre anche un ruolo chiave come vicepresidente esecutivo per ciò che riguarda lo sviluppo e le acquisizioni  della Trump Organization.

A partire dal 2007 entra in partnership con la rinomata Dynamic Diamond Corp., una società di diamanti guidata da Moshe Lax. Successivamente ha creato e lanciato la Ivanka Trump Fine Jewelry, una linea di gioielli d’oro e diamanti di lusso venduti nell’esclusivo e unico store di Manhattan. Nel mese di novembre del 2011, il suo negozio si è spostato da Madison Avenue a 109 Mercer Street, in uno spazio molto più ampio per l’esposizione. 

Nel 2012, e precisamente a dicembre, l’associazione industriale 100 Women in Hedge Funds nominano Ivanka Trump membro del consiglio di amministrazione.

Il 2 ottobre 2015 i giornali riferiscono che

“il negozio principale di Ivanka Trump in Mercer Street sembrava essere chiuso”.

Le testate hanno aggiunto che tutto, all’interno, sembrava essere spogliato. Nel mese di ottobre del 2016, l’unico store monomarca al dettaglio di Ivanka Trump che si trovava nella Trump Tower a Manhattan, New York City, chiude. Il marchio era diffuso anche in stati come Canada, USA, e anche Bahrein, Kuwait, Qatar, Arabia Saudita ed Emirati Arabi Uniti.

Ivanka Trump e la moda

Ivanka Trump ha creato anche la sua collezione di prodotti di moda a marchio Ivanka Trump. Le linee includono sia vestiti che scarpe, pelletteria, borse e accessori. I prodotti sono distribuiti nei principali negozi e magazzini sia negli USA che in Canada (compresi Macy’s e Hudson’s Bay).

Nel corso del tempo non sono mancate le critiche al marchio. Questo perché gli stilisti hanno presumibilmente copiato dei disegni di altri designer. Ha subito dure critiche anche dalla PETA, l’organizzazione degli attivisti per i diritti degli animali: la contestazione riguarda l’utilizzo di pelle di coniglio. 

La Commissione statunitense per la sicurezza dei prodotti di consumo, nel 2016, ha ufficialamente richiesto il ritiro dl mercato delle le sciarpe di marca Ivanka Trump. I capi non soddisfacevano gli standard federali di infiammabilità.

Una successiva analisi condotta nel 2016 ha dimostrato chela maggioranza dei prodotti presenti nelle collezioni di moda vengono realizzati fuori dagli Stati Uniti. Le scarpe di marca Ivanka Trump sono fornite da Kameido Shoe Industry a Chengdu in Sichuan e dalla HS Fashion (tramite G-III Clothing Group) in Zhejiang.

Alcune controversie di Ivanka Trump

A partire dal 2 febbraio 2017, a seguito di mesi di boicottaggi e con un calo di vendite molto importante, catene importantissime di grandi magazzini come Neiman Marcus e Nordstrom hanno deciso di non trattare più le collezioni di moda di Trump, che sono state definite sotto performanti.

Ci sono anche altri marchi, come Marshall’s, TJ Maxx e Hudson’s Bay Company che hanno deciso di non vendere più i prodotti Ivanka Trump. 

Il 9 febbraio 2017, il consigliere Kellyanne Conway ha idnirettamente incoraggiato tutti i telespettatori di Fox News a comprare prodotti a marca Ivanka Trump. Nel mese di giugno del 2017, tre membri dell’organizzazione chiamata China Labour Watch vengono tratte in arresto dalle autorità cinesi mentre indagavano su Huajian International, una società produttrice di scarpe per tantissimi marchi americani, tra cui anche Ivanka Trump. Poco tempo dopo l’amministrazione Trump ne ha chiesto il loro rilascio.

Il 24 luglio 2018, giorno fatidico, Ivanka Trump ha dato un annuncio: ha deciso di intraprendere una carriera nelle politiche pubbliche al posto di dedicarsi all’industria della moda. Lo stesso giorno ha preannunciato la chiusura definitiva della sua azienda. 

Ivanka modella Trump

Ancora sul mondo della Moda 

Dai racconti della madre Ivana sappiamo che quando Ivanka Trump era al college, faceva la modella durante i ” fine settimana e durante le vacanze, ma non durante l’anno scolastico”. Come modella Ivanka ha preso parte a campagne pubblicitarie per Tommy Hilfiger e Sasson Jeans; ha posato anche per Versace, Marc Bouwer e Thierry Mugler. Nel mese di maggio del 1997,  la rivista “Seventeen” le dedica la copertina. Il tema era il racconto di una figlia e di una madre. 

Ivanka Trump ha poi preso parte nella dirigenza della Organizzazione del padre, la Trump Organization. Subito dopo si è dedicata al marchio di moda e alla produzione di gioielli, borse e scarpe. Ivanka è anche apparsa in uno spot dove si pubblicizzava la Trump Organization e i suoi prodotti definiti “gentili”. È anche apparsa su molte riviste mondiali, quali ad esempio: 

  • Harper’s Bazaar
  • Forbes Life
  • Golf Magazine 
  • Country and Fashion.

Nel mese di agosto del 2006 e poi nel settembre del 2007, Ivanka Trump appare sulla copertina di Stuff. 

Ivanka Trump Televisione

The Apprentice 

Nel 2006, alla quinta stagione del programma televisivo The Apprentice di Donald Trump Ivanka Trump sostituisce Carolyn Kepcher. Da quel momento sarà al fianco del padre anche per le stagioni successive. Nelle vesti di giudice visita molti luoghi ed è presente nelle conversazioni con tutti i partecipanti e il team. Ivanka Trump ha poi lavorato con il vincitore della quinta stagione Sean Yazbeck per selezionare il vincitore della sesta stagione. 

The apprentice giudici
Una scena del programma The Apprentice

Alcune apparizioni televisive

Nel 1997 Ivanka Trump ha solo 15 anni. In quel contesto ha ospitato un concorso di bellezza, il “Miss America Teen”, marchio di proprietà anche di suo padre Donald, in voga tra il 1996 e il 2005.

Ha ricoperto, nel 2006, il ruolo di giudice nella terza stagione di Project Runway e nella quarta stagione di Project Runway All Stars.

Ivanka Trump e suo marito sono apparsi nella quarta stagione di “Gossip Girl” nel 2010. 

Ivanka Trump e la Campagna elettorale di Trump

Trump Figlia: la Campagna presidenziale per le elezioni del 2016

Ivanka Trump, nel 2015, ha da subito sostenuto pubblicamente le elezioni presidenziali di suo padre Donald Trump. Anche in campagna elettorale ha fatto una pubblica apparizione per difenderlo, sostenerlo e supportarlo nella sua corsa alla Casa Bianca. In quel periodo, però, ha ammesso di vivere con dei sentimenti contrastanti verso ambizioni e usi del presidente. Ivanka Trump dichiara nell’ottobre del 2015: 

“Come cittadina, amo quello che fa. Come figlia, questo è ovviamente più complicato”. 

Nel mese Agosto del 2015, Donald Trump dichiara di essere il sostenitore principale delle Donne dei loro Diritti. Il presidente ha anche dichiarato che a spingerlo verso quella strada sarebbe stata proprio sua figlia Ivanka. Ha detto di essere il principale consulente di “Women and Women’s Health” e che è stata lei a spingerlo ad esprimere le sue opinioni sulle donne.

A gennaio del 2016, Ivanka Trump appare in una pubblicità radiofonica, che viene trasmessa nei primi stati di voto dell’Iowa e del New Hampshire, lodando suo padre. Dopo i risultati dei primi stati di voto nel 2016, appare sempre al suo fianco, tenendo anche un breve discorso in South Carolina. Ivanka non ha potuto votare alle primarie del partito repubblicano nel mese di aprile del 2016. Secondo il regolamento bisognava comunicare il cambio da indipendente a repubblicana entro il mese di ottobre del 2015. Questa dimenticanza le ha quindi impedito di votare. 

Ivanka Trump nei comizi di Donald Trump

Ivanka Trump ha introdotto suo papà intervenendo prima del suo discorso ufficiale alla RNC (Convention Nazionale Repubblicana) nel luglio del 2016. Ad introdurre l’intervento il brano “Here Comes the Sun” di George Harrison. Ivanka ha affermato: 

“Uno dei più grandi talenti di mio padre è essere in grado di vedere il potenziale delle persone”. 

Tra le affermazioni ha anche affermato che suo padre “renderà di nuovo grande l’America”. Secondo molte testate, tra cui anche il Washington Post, il discorso di Ivanka ha ritratto Donald Trump in maniera diversa rispetto al solito, come “più caldo che mai”.

Dopo il discorso di Ivanka l’autore del brano George Harrison si è lamentato affermando che l’uso delle sue canzoni andava contro i loro desideri. Il giorno dopo Ivanka Trump ha pubblicato sul suo Twitter ufficiale un post in cui si invitava ad acquistare i capi di abbigliamento della sera prima: “Acquista il look di Ivanka dal discorso #RNC”. Nel posto il collegamento diretto ad una pagina Macy’s dove si potevano acquistare i capi indossati dalla figlia di Trump. 

Dopo l’elezione

Dopo l’elezione di Donald Trump come presidente degli Stati Uniti, Donald ha tenuto un discorso 60 minuti dopo. Ivanka ha mostrato e indossato un braccialetto dedicato al padre eletto. La sua azienda ha quindi utilizzato tutti i contatti e mail per pubblicizzare il braccialetto. Ovviamrnte questa operazione di monetizzazione, vista da molti come conflitto di interessi, ha suscitato non poche polemiche. La società ha poi posto le sue scuse asserendo che la colpa era di

“un impiegato di marketing ben intenzionato nella nostra azienda che segue la prassi abituale”. 

Un portavoce della società di Ivanka Trump ha poi affermato che a seguito delle elezioni, la società “discuterà attivamente nuove politiche e procedure con tutti i partner in futuro”.

Dopo l’elezione di Donald Trump

A seguito dell’elezione di Donald Trump molti artisti hanno messo in atto delle proteste. Ad esempio nel mese di gennaio 2017, Richard Prince decide di rimborsare 36.000 dollari che aveva incassato da Ivanka per la realizzazione di un’opera. Dopo aver rimborsato i soldi ha negato la creazione stessa dell’opera. Da qui prende vita una campagna denominata @dear_ivanka, un gruppo che mira a far leva su Ivanka Trump affinché suo padre cambi alcune prerogative della sua attività politica. Tra i sostenitori della community anche Alex Da Corte che, sui social, ha chiaramente detto ai Trump di stare ben lontani dalla pittura. 

I 20 gennaio del 2017, giorno dell’insediamento di Donald Trump, Ivanka ha partecipato al giuramento del padre come 45 ° presidente degli Stati Uniti, al Campidoglio, negli USA, e più precisamente a Washington, DC. In quel contesto Ivanka Trump si lamento per i prezzi delle camere di albergo. Sin da subito si iniziò a parlare delle relazioni del Padre con alcuni funzionari russi. 

Ivanka Organizzation donne potenti del mondo
Ivanka Trump parla al congresso Women’s Global Development and Prosperity Initiative. Washington on Feb. 7, 2019.

Ivanka Trump come Consigliere del Presidente degli Stati Uniti

Ivanka Trump si è dimessa dall’Organizzazione Trump nel 2017.

In virtù delle disposizioni federali in materia di conflitto di interesse, le foto di Donald Trump e Ivanka Trump sono state rimosse dal sito dell’organizzazione. All’inizio della Presidenza di Donald Trump ha, difatti, ricoperto il ruolo ufficiale di first lady. La sua matrigna, Melania Trump, era rimasta infatti a New York per far completare l’anno scolastico al figlio Barron e perché non ama Washington DC. Ovviamente Ivanka ha sottolineato di non voler essere considerata come una first Lady. 

Per i primi due mesi dell’amministrazione Trump, Ivanka ha consigliato suo padre in veste informale. Successivamente ha ricevuto una nomina ufficiale da parte di Donald Trump ed è stata nominata come prima consigliera. Ovviamente anche qui non sono mancate le critiche. A quanto pare Ivanka avrebbe utilizzato la mail federale già prima di diventare consigliera ufficialmente.

Molti hanno paragonato la relazione di Ivanka col padre a quella di Julie Nixon Eisenhower, figlia di Richard Nixon. Infatti Julie Nixon Eisenhower viene ricordata come una delle più schiette sostenitrici della politica di suo padre. Durante le molte accuse mosse sulla politica di Trump, Ivanka ha sempre preso le difese di suo padre. L’editorialista del Washington Post Alyssa Rosenberg ha voluto etichettarle come:

“importanti accreditartici del padre”.

Ivanka Trump e le pubbliche relazioni

Nel mese di aprile del 2017 il governo della Cina ha chiuso un importante affare con il marchio Trump. Quel giorno stesso Trump ha ricevuto il presidente Xi Jinping a Malaguera. Ivanka Trump e suo marito Kushner hanno avuto modo di sedere accanto al Presidente della Repubblica Popolare Cinese e della first lady cinese Peng Liyuan nel banchetto di stato organizzato in occasione della visita.

In quella occasione la figlia di cinque anni di Ivanka Trump, la piccola Arabella “ha cantato canzoni tradizionali cinesi per Xi Jinping”. Il video è stato molto apprezzato sul social cinese Tencent QQ, riprodotto per 2,3 milioni di volte. 

Ivanka Trump ha assunto Julie Radford nel mese di aprile del 2017 con la mansione di capo del personale. 

Le due donne hanno partecipato al primo Summit femminile del W20 con Dina Powell e Hope Hicks. Il W20,  un evento a cura del Consiglio nazionale delle organizzazioni femminili tedesche e dall’Associazione tedesca delle donne imprenditrici. Questo incontro è uno dei tanti preparatori al G20 di luglio dove Ivanka Trump ha voluto tenere un discorso sui diritti delle donne. 

Tutti i mass media hanno riportato sulle loro pagine che quando Ivanka ha elogiato l’operato di suo padre per i diritti delle donne, il pubblico ha risposto con fischi. Per quanto il brusio si percepisca anche nei video, i quotidiani tedeschi, primi tra tutti Bild, hanno riferito il perfetto opposto, definendo la reazione del pubblico come “un’impressione profonda ed equilibrata”.

La missione in India

Il presidente Donald Trump ha voluto annunciare nel mese di agosto del 2017 che la figlia avrebbe guidato una delegazione americana in India nella stagione autunnale con l’intento di supportare le imprenditrici femminili nel mondo. Un diplomatico indiano, in risposta a questa azione, ha voluto dire la sua:

 “Pensiamo che Ivanka Trump stia prendendo l’approccio di un principe saudita mezzo scemo. Lusingarli è nell’interesse nazionale”. 

Anu Acharya, fondatrice di una società di diagnostica medica, ha voluto dichiarare che:

“Quello che mi importava è che è stata un’imprenditrice, ed è una consigliera del presidente degli Stati Uniti”

Alcune dichiarazioni

Invece Shveta Raina, curatrice di Talerang, ossia una startup forma i nuovi laureati indiani per il posto di lavoro, ha dichiarato che Ivanka Trump ha addirittura superato le sue aspettative.

“Era preparata ed era in grado di rispondere a domande apparentemente fuori dal copione. Penso che sia giovane e rappresenti le giovani donne, quindi penso che sia stata la scelta giusta”.

Tutti i mass media locali hanno definito la visita di Ivanka Trump come una “visita reale”.

Una volta che Donald Trump aveva annunciato l’arrivo di sua figlia in India c’è un attacco terroristico a Charlottesville. Ivanka e Jared sono ripartiti ritornando nel Vermont a bordo di un elicottero di proprietà della Trump Organization. I due coniugi sono scappati per 2 giorni. 

Michael Wolff, biografo e giornalista,  ha voluto scrivere un libro raccogliendo tutte le interviste dei membri della cerchia ristretta di Donald Trump. Le interviste sono state pubblicate nel 2018. Wolf ha voluto riportare, citando la fonte, che Trump e suo marito hanno raggiunto un accordo, e che: 

 “Se l’opportunità arriva in futuro, si candiderà alla presidenza”.

Rex Tillerson viene criticato nel mese di marzo 2018 dopo un licenziamento per un incontro con il ministro degli Esteri sudcoreano Jiang. In occasione delle Olimpiadi coreane, Kang è andata pranzo con Ivanka Trump. 

Alcuni scivoloni

Un altro scivolone della Trump ci porta a novembre 2018, quando il Washington Post rende noto che Ivanka ha usato la sua mail personale per attività governative. Il caso in questione riguarda la condivisione del piano con i fornitori di servizi di assistenza all’infanzia tramite la sua mail. Andando a costituire una violazione del sistema di registrazione federale. Sistema che richiede l’invio di notifiche per funzionare entro 20 giorni, tenendo conto dell’archiviazione permanente.

Un portavoce del consigliere di Trump ha affermato che prima di informarla sulle regole, aveva inviato e-mail gestite in modo improprio. “Ivanka a volte usa il suo account personale e quasi sempre lo usa per la logistica e l’organizzazione del lavoro”e “l’email non contiene informazioni riservate”. 

Il portavoce ha anche affermato:

“Secondo le leggi e i regolamenti sulla conservazione dei dati, nessuna e-mail è stata cancellata e le e-mail non sono state conservate negli account ufficiali”.

Lei e suo padre hanno partecipato al vertice del G20 di Osaka alla fine di giugno 2019. Il governo francese ha pubblicato un video in cui ha avuto imbarazzanti conversazioni con i leader mondiali, portando a imitazioni e meme online.

Il 30 giugno 2019, Ivanka ha accompagnato suo padre all’incontro storico con il leader nordcoreano Kim Jong Un nella famosa zona demilitarizzata in Corea. La figlia del presidente ha definito questa sua esperienza “surreale”.

L’impegno verso le donne

La Trump ha promosso e fatto un tour mondiale nel 2019 per la sua “Iniziativa per lo sviluppo e la prosperità globale delle donne”. Un viaggio in cui si è recata in Etiopia e nell’Africa subsahariana in Costa d’Avorio ad aprile. È poi la volta del Sud America con l’Argentina, Colombia e Paraguay a settembre per poi finire a novembre in Marocco in Nord Africa. Ha inoltre partecipato alla 74a Assemblea Generale delle Nazioni Unite per testimoniare su questa sua battaglia in giro per il mondo. 

Nel giugno 2020, Ivanka Trump ha agevolato la controversa mossa quando il presidente Donald Trump ha tenuto la Bibbia davanti alla chiesa di San Giovanni. Questo è stato considerato controverso richiedendo la violenta espulsione di manifestanti pacifici. Quando si è recato sul posto con suo padre, tra l’altro, portava la Bibbia nella sua borsetta Max Mara.

Marito Ivanka Trump
Jared Kushner e Ivanka Trump

Strategie di marketing

Nel luglio 2020, Trump ha utilizzato una lattina di fagioli Goya Foods per pubblicare una sua foto su Twitter per sponsorizzare il prodotto. Alcuni giorni dopo, il proprietario di Goya Foods ha elogiato il presidente Trump causano una forte ondata di indignazione mediatica. I tweet di Ivanka Trump hanno sollevato preoccupazioni etiche perché lei è un consigliere ufficiale della Casa Bianca. Ed i funzionari pubblici non possono prestarsi a operazioni commerciali o pubblicitarie di questo tipo.

Ivanka ha mantenuto la proprietà di queste società durante il governo di suo padre. Aspetto che ha suscitato critiche da parte degli stessi esperti di etica del governo che hanno affermato di aver creato un conflitto di interessi.

Durante il mandato di suo padre, era impossibile determinare l’importo esatto del reddito esterno della Trump, perché era solo tenuto a riferire periodicamente il valore delle sue attività e passività all’Office of Government Ethics. Secondo le informazioni il reddito di Ivanka e suo marito Jared Kushner oscillava da $36,2 milioni a $ 157 milioni nel 2019. Almeno $ 29 milioni nel 2018 e almeno $ 82 milioni nel 2017.

Campagna presidenziale 2020

Nel mese di ottobre del 2020 Ivanka Trump ha iniziato la campagna elettorale per la rielezione di suo padre.

Il 27 agosto 2020 Ivanka ha nuovamente presentato il padre Donald alla Convention Nazionale dei Repubblicani. Nel parco della Casa Bianca si sono riuniti il vicepresidente Mike Pence e i sostenitori della candidatura di suo padre. Erano presenti Melania Trump, la figlia della polizia di New York Miosotis Familia, la famiglia di StLPD, il capitano della polizia in pensione David Dorn, e altre 1.500 persone.

In un intervento di 18 minuti ha voluto elencare idee e piani compiuti durante il primo mandato.

Cause sociali e politiche

Paradossalmente nel 2007 Ivanka Trump decide di donare 1.000$ per la campagna presidenziale dell’allora senatrice Hillary Clinton. Nel 2012, invece, ha supportato Mitt Romney come presidente. L’anno successivo, nel 2013, Ivanka Trump e il marito hanno dato vita ad una raccolta di denaro per supportare il democratico Cory Booker. La coppia ha avuto modo di raccogliere la somma di 40.000$ per supportarlo nella campagna elettorale di Cory Booker per il senato. Ivanka Trump è grande sostenitrice di Israele e dei diritti delle donne. 

Nel 2016, alla Convention Repubblicana, Ivanka Trump ha voluto discutere delle sue idee politiche:

“Come molti dei miei millennial, non mi considero fermamente una repubblicana o una democratica”. 

Nel 2018, prima delle elezioni, Ivanka Trump si è registrata al partito repubblicano. 

Filantropia

Ivanka Trump ha ricoperto un ruolo chiava come membro del consiglio di amministrazione della Fondazione Donald J. Trump. Successivamente la fondazione viene sciolta. Il procuratore generale di New York Barbara Underwood ha affermato che Ivanka avrebbe condotto un comportamento “illegale continuo”.

Per questo problema si è intentata una casa civile ai danni di Ivanka. Nel mese di novembre del 2019, Donald Trump è condannato a pagare la cifra di 2 milioni di $ per risarcire l’abuso di potere e il conflitto di interessi per via di scopi economici e scopi politici. 

Ivanka Trump detiene anche moltissimi rapporti con enti di beneficienza ebrei. Tra i più importanti Chai Lifeline: si tratta di un ente benefico che si occupa di aiutare i bambini ammalati di cancro. Ivanka sostiene anche tantissime altre organizzazioni come United Hatzalah. Donald Trump, in passato, avrebbe donato anche cifre a sei zeri. 

A seguito della nomina di Ivanka Trump come consigliere del Presidente Donald Trump Ivanka ha voluto donare il libro “Working Women: Rewriting the Rules of Success” alla National League of Cities e al Boys and Girls Clubs of America. Ivanka ha voluto donare i diritti d’autore in eccesso per altri enti di beneficienza. 

Vita privata Ivanka Trump

Ivanka Trump ha un ottimo rapporto con Donald Trump e ha più volte preso le difese di suo padre, esprimendo ammirazione pubblicamente sia verso di lui che verso il suo operato. Donald Trump, dal canto suo, non ha mai negato l’affetto per sua figlia, dichiarando più volte apprezzamenti anche spinti. In un’occasione Trump ha detto che “farebbe sesso con lei se non fosse sua figlia”. E un’altra volta ha detto che “l’avrebbe invitata ad uscire”. 

Ivanka Trump ha voluto anche elogiare Donald Trump per le sue grandi capacità di leadership. Sostiene che suo padre dia anche potere agli altri. 

Ivanka ha dichiarato in un’intervista a Peter Alexander, in occasione delle Olimpiadi, che era “inappropriato” parlare di accuse di abuso sessuale da parte di suo padre Donald Trump. Secondo la madre, Ivanka conosce benissimo sia il ceco che il francese.

Nel 2018 Sarah Ellison ha firmato un pezzo su Vanity Fair che sostiene che tutti i membri di famiglia sono d’accordo sul fatto che Ivanka Trump è la figlia prediletta di Trump. 

Nel mese di gennaio del 2017 Ivanka annuncia che lei e suo marito Kushner hanno preso degli accordi per affittare una casa di famiglia nella comunità Kalorama a Washington, DC. Nella dichiarazione dei redditi Ivanka Trump e suo marito, nel 2017, hanno dichiarato un patrimonio di 740.000.000 di $.

All’inizio Ivanka e la sua famiglia avevano un appartamento in Park Avenue a New York City. Ivanka aveva scelto quella casa per via della sua vicinanza con la Trump Organization. La casa, inaugurata nel 2012, viene inaugurata a Elle Decor. Kelly Behun ha curato l’interior designer. Il valore del suo appartamento, che comprende opere di artisti americani del calibro di John Baldessari e Rob Wynne, ha un valore stimato di 300.000.000$. 

Relazioni

Quando frequentava il college, Ivanka Trump è stata fidanzata con Greg Hersch, un noto banchiere di investimenti per la Salomon Brothers, Bear Stearns e UBS. 

Per 4 anni, ossia dal 2001 al 2005, ha avuto una relazione con James “Bingo” Gubelmann.

A partire dal 2005 conosce e inizia a frequentare Jared Kushner. Si tratta di uno sviluppatore immobiliare che ha conosciuto grazie a degli amici in comune. Nel 2008 la coppia si scioglie per via dei genitori di Kushner, che si sono opposti fermamente. Si riuniscono successivamente sposandosi con cerimonia ebraica il  25 ottobre 2009.

Dal loro matrimonio nascono tre figli. La figlia nasce nel 2011, e i due figli maschi nascono rispettivamente nel 2013 e nel 2016. Durante una trasmissione televisiva, “Il mago di Oz”, Ivanka Trump ha dichiarato di aver sofferto di depressione post-partum a seguito di ogni gravidanza avuta. 

nipoti di Trump
I figli di Ivanka

Religione (Ivanka Trump Religion)

Dopo aver studiato con Elie Weinstock della Modern Orthodox Ramaz School, Ivanka si è convertita dal cristianesimo presbiteriano all’ebraismo. Nel luglio del 2009 Ivanka Trump ha assunto il nome ebraico di “Yael” (ebraico: יָעֵל, stambecco illuminato). Ha parlato della sua conversione come un “viaggio straordinario e bellissimo”. Donald Trump ha sostenuto dal primo momento questa sua scelta sostenendo di avere e provare un  “grande rispetto” per gli ebrei e la religione ebrea. 

Ivanka ha più volte dichiarato di seguire una dieta ebraica e di rispettare lo shabbat. Nel 2015 ha affermato: 

“Siamo molto cauti e attenti … Questa è una decisione importante per me … Ho davvero scoperto che attraverso il giudaismo, puoi creare Progetto straordinario con i tuoi rapporti familiari. Da venerdì a sabato, non abbiamo fatto altro che uscire insieme. Niente chiamate per una intera settimana. Quando viveva a New York Ivanka ha voluto far frequentare alla figlia una scuola ebraica”.

A tal proposito ha dichiarato:

“È una tale benedizione per me vederla tornare a casa ogni sera e condividere con me l’ebraico che ha imparato e cantare canzoni per me durante le vacanze”.

Ivanka Trump e suo marito sono stati in pellegrinaggio in Israele sulla tomba di Lubavitcher Rebbe: si tratta di un importante luogo di culto. Il pellegrinaggio è avvenuto prima che Trump diventasse presidente. Il 22 maggio 2017 anche Donald Trump si è recato in Israele in visita ufficiale come Presidente in carica degli Stati Uniti d’America. 

Donald Trump si è recato al Muro del pianto come Presidente degli Stati Uniti in carica. 

Nel corso del soggiorno Ivanka si è anche recata al Memoriale dell’Olocausto di Yad Vashem a Gerusalemme Ovest e ha anche voluto visitare la Chiesa del Santo Sepolcro che si trova nel quartiere cristiano nella Vecchia Città in Gerusalemme.

Premi e nomination

Il Wharton Club di New York, nel 2012, grazie anche all’associazione degli alunni della Wharton School of the University of Pennsylvania nell’area metropolitana di New York, hanno voluto premiare Ivanka Trump con il Joseph Wharton Young Leadership Award: si tratta di uno dei 4 premi assegnati annualmente. 

Nel 2016, invece, Ivanka ha conseguito il premio per l’eccellenza nel design dell’accessorio moda.

Ivanka Trump Twitter

Clicca qui per seguire Ivanka.

Leggi anche -> Nancy Pelosi bio e ascesa della leader democratica

 

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments