Impeachment, cosa significa e cosa rischia Trump.

La vicenda ucraina e le pressioni da parte dell'amministrazione Trump sul nuovo presidente hanno scatenato la reazione dei democratici e il conseguente procedimento di impeachment.

0
31

In un recente sondaggio della CBS, è emerso che il 55% degli americani ritiene l’avvio della procedura di indagine legittima.

Per il presidente degli Stati Uniti non sono i giorni migliori del mandato, anche per Donald Trump lo spauracchio dell’impeachment prende sempre più forma. I democratici sono risoluti nell’ottenere il voto alla camera e la strategia difensiva di The Donald sembra vacillare.

LA VICENDA

Una nuova storia che vede coinvolto il presidente Trump dopo aver schivato l’inchiesta sul Russiagate. Tutto inizia, anche stavolta, nell’est Europa, in Ucraina. Il momento è l’elezione alla presidenza di Volodomyr Zelensky, attore passato dai set ai palazzi del potere.
I recenti sviluppi hanno visto saltare la posizione di Kurt Volker, inviato speciale USA a Kiev, e uomo di collegamento tra gli ucraini e il presidente Trump.
Volker, come emerso dal testo della telefonata resa pubblica, avrebbe reso possibile l’incontro tra Rudy Giuliani (ex sindaco di NY e avvocato di Trump) con il consigliere del presidente ucraino Zelensky.
Il tutto per esercitare pressioni in vista della campagna presidenziale del 2020 e che vedrà protagonista Joe Biden, l’ex vicepresidente dell’era Obama.

LE PRESSIONI 

L’amministrazione americana cerca quindi di assicurarsi la collaborazione degli ucraini, affinché continuino a indagare sulla posizione del figlio di Biden, Hunter, e presunte operazioni poco cristalline. Vicende che risalgono al 2014 e riguardano l’inclusione di Hunter Biden nel board della compagnia energetica Burisma Holdings. Sulla compagnia energetica indagava ai tempi il NABU (l’unità anticorruzione ucraina), e secondo Giuliani e Trump, Joe Biden avrebbe usato la sua ingerenza al tempo per rimuovere il procuratore Shokin. La ritorsione consisteva nella minaccia di trattenere 1 miliardo di dollari destinati all’Ucraina. Un caos geopolitico e di ingerenze che ha immediatamente fatto scattare la molla dei Democratici e ha fatto scattare la procedura di impeachment.

COS’E’ L’IMPEACHMENT?

Chi segue la cronaca politica ha spesso sentito parlare dell’impeachment (anche al di fuori degli ordinamenti dove è previsto) specie negli Stati Uniti o per memoria del famoso caso che ha coinvolto Bill Clinton.
Nel sistema legale statunitense, l’impeachment è una procedura che viene avviata su iniziativa della Camera dei Rappresentanti. Questo autorizza il comitato giudiziario della Camera a procedere con un indagine formale seguendo i punti di una risoluzione che viene votata dai Rappresentanti. Una volta approvata, si procede con un vero e proprio processo al Senato.
Il processo di impeachment è uno degli strumenti di contro bilanciamento ed equilibrio tra i poteri del sistema di governo USA.
L’esito del processo, che deve avere la maggioranza dei due/terzi dei senatori, si conclude (in caso di condanna) con la rimozione della figura dal suo incarico.
Nel caso specifico, se condannato, il presidente Donald Trump verrebbe destituito dalla carica.