Impara a fare Trading con Obiettivo Trading adesso

0
155
impara a fare trading obiettivo trading

Impara a fare trading on line ora!

Ciao Trader o aspirante tale. Come hai letto nel titolo in questo articolo cercheremo di capire come si diventa trader on line e quali sono le cose che bisogna studiare per avvicinarci a questa disciplina in maniera professionale.

Alla fine il compito di ogni trader è quello di guadagnare soldi, giusto?

E io sono qui a dirti che tutto questo e possibile se ti fiderai di quel le che sono le cose che intendo rivelarti all’interno di questo articolo. Vediamo adesso, step by step, quali sono tutte le cose che bisogna sapere per approcciarsi al trading e agli investimenti in maniera corretta. 

Impara a fare trading in maniera intelligente, e i risultati non tarderanno ad arrivare. Ecco per te la nostra guida al trading online gratuita.

Impara a fare trading: un’introduzione

impara a fare trading Il trading online funziona davvero?

Chi pensa che con il trading si possa diventare ricchi in pochi giorni ha totalmente sbagliato idea. I soldi facili non esistono se non si è disposti ad investire tempo e risorse. Guadagnare senza sforzarsi è qualcosa che tutti noi vorremmo fare. Nella realtà, poi, ci si scontra con le dure leggi del mercato che, ricorda, ha sempre ragione. 

Per questo motivo abbiamo voluto mettere a disposizione di tutti i nostri lettori alcune semplici regole che ti possono aiutare in un primo momento. Elenchiamo quindi quali sono questi passaggi che ti permetteranno di imparare a fare trading come a Wall Street. 

Primo Step: Impara e fare trading e inizia il tuo percorso nel Trading Online senza investire più di ciò che puoi 

Mi sembra una cosa ragionevole, no?

Le attività di trading sono altamente speculative. Il mio consiglio, quindi, è di destinare del denaro in questo settore in maniera graduale. Non ha senso mettere in ballo migliaia di euro che non conosci le regole basilari. Molti ci chiedono: ma possiamo quindi partire con delle risorse gratuite che troviamo in rete? Sarò schietto. 

Il web è pieno zeppo di materiale gratuito che promette mari e monti. Nel tempo, però, ti accorgerai che imparando a fare trading troverai centinaia e centinaia di trader che usano strategie diverse da di loro e che, spesso, entrano in contrapposizione. 

Il mio consiglio è quindi quello di intercettare una community seria dove potrai essere guidato passo passo e supportato da chi ha già costruito una strategia di trading e consegue risultati in questo settore. Impara a fare trading da chi ha già esperienza. Chiedi, all’interno della community stessa, se esistono delle risorse gratuite all’interno del gruppo che ti potranno dare una mano per iniziare il tuo cammino in maniera seria e professionale. 

Arrivati a quel punto: 

  • informati
  • inizia a capire se è un mondo per te 
  • se hai del tempo da dedicare allo studio.

Per provare il trading, inizialmente, ti consigliamo di usare un’eccellente piattaforma demo che ti permetterà di capire se è un mondo che fa al caso tuo.

Dove trovo le risorse gratuite per fare online trading?

Una volta che abbiamo avuto il piacere di conoscerti non posso non suggerirti di entrare gratuitamente nella nostra community. Troverai tante risorse gratuite come:

Avrai, quindi, a tua disposizione una mole importante di risorse che potrai sfruttare per la tua formazione. I materiali che si trovano online, spesso, hanno delle finalità diverse. Ci sono cialtroni che ti prometteranno di diventare ricco in pochissimo tempo. Diffida da chi ti da queste informazioni. 

Cerca del materiale gratuito di valore e di prestigio da chi si serve dei migliori professionisti per elaborare le informazioni necessarie per capire come fare trading. 

Secondo Step: Impara a fare trading on-line bisogna controllando il rischio

Eh si, hai letto bene. Se decidi di iniziare a speculare sui mercati finanziari, e quindi vuoi capire come fare trading online, bisogna imparare a gestire il rischio. Quando ho iniziato a fare il trader, circa otto anni fa, ho seguito un percorso che mi ha permesso di raggiungere degli importanti risultati in seguito. 

Ho iniziato gradualmente, prima comprando dei libri e poi iniziando a comprare dei corsi di formazioni con le recensioni migliori del web. All’inizio non ho speso grandi cifre. Ero uno studente e non disponevo di grandissime risorse. C’è da dire, però, che tutti i soldi che sono riuscito a guadagnare all’inizio li ho investiti in formazione. Ho frequentato miriade di corsi online e live con i migliori trader del mondo. 

Ma ha senso investire da subito 5 o 10.000 euro su un corso di trading? No! Se sei un neofita soprattutto questo percorso è sconsigliato. Parti da corsi di qualità, magari con un’offerta riservata per te, come ObiettivoTrading®, il corso che sta già formando centinaia di trader ad un prezzo irripetibile. 

Il nostro consiglio? Non fare il passo più lungo della gamba e tratta i tuoi capitali con rispetto. 

Imparare a fare trading non è mai stato così alla portata di tutti.

ACCEDI AL CORSO GRATIS 💶

Terzo Step: fai autocritica sulla tua emotività e sulla tua psicologia

Sei un tipo ansioso? Ti fai governare dall’ansia? I mercati non fanno per te, soprattutto se azzardi troppo. Per questo motivo bisogna rispettare delle regole di money management, in maniera tale da poter controllare il rischio come fanno i professionisti. L’aspetto psicologico nel trading non si riferisce alla strategia o a delle regole predefinite: si tratta di capire te stesso e di fare un lavoro preparatorio che ti porterà a trovare un equilibrio. 

Il passo più importante è concentrarsi sulle proprie debolezze per superarle. Diventare un trader è un percorso che richiede sacrifici e impegno. Sei disposto a questo? Una volta posta questa domanda sarà necessario capire:

  • il tempo che ho da dedicare
  • la costanza 
  • la buona volontà e il desiderio di raggiungere degli obiettivi 

Se sei su questo articolo è evidente che vuoi capire per quale motivo non riesci a migliorare la tua condizione con un’attività come il trading online. Ora se hai la volontà di capire anche solo come funziona sappi che deve esserci una passione di fondo.

In caso contrario inizierai a fare un’attività controvoglia solo perché magari hai sentito dire che si possono guadagnare soldi. Una volta che hai capito il tempo a disposizione in base ai tuoi impegni lavorativi, ai tuoi impegni di studio, alla famiglia e alle attività quotidiane, inizia a creare un piano d’azione. 

A quel punto, una volta quantificato il tempo che hai a disposizione inizia arricchendo te stesso partendo dalle basi per iniziare la scalata nella piramide del successo. 

Il tuo obiettivo potrebbe essere molto più vicino di quanto pensi. Non sarà di certo un percorso di qualche giorno o di qualche mese. Si tratta di addentrarti in un processo che ti permetterà di capire il funzionamento del pianeta e dell’economia globale. 

A quel punto cambierà anche il tuo punto di vista sul mondo e su tutto ciò che accade attorno noi. 

Quarto Step: Imparare a Fare Trading seguendo le storie di successo di chi ha guadagnato i miliardi

In questo percorso ricorda che la carta stampata non passa mai di moda. Nessuno è nato con la scienza infusa. Ricordalo sempre. Anche Warren Buffet ha studiato e ha capito i meccanismi dell’economia, esattamente come dovresti far tu in questo momento. Mi sono soffermato, nella mia vita, a leggere e scrivere le storie dei trader di successo, e ho capito che vi sono dei punti che tutti hanno in comune. 

  • il money management 
  • la diversificazione
  • l’avidità di denaro e successo
  • una strategia non convenzionale

Il Money Management è una componente essenziale per costruire un portafoglio di investimenti. Infatti solo mediante la gestione del denaro con intelligenza si potranno ottenere dei veri risultati. Il nostro consiglio è sempre quello di investire massimo il 2% del proprio capitale e di gestire le proprie posizioni in funzione alla strategia che si intende attuare e al tipo di trading che facciamo.

Quanto deve rimanere al mercato la mia posizione? Quanto è il rischio massimo che sono disposto ad assumermi? Ecco: una volta fatti questi ragionamenti sarà molto più semplice avere un piano di trading che abbia un senso compiuto e che si basi su dei precetti matematici in termini percentuali. 

La Diversificazione consiste nell’arte della varietà. Non si mettono tutte le uova nello stesso cesto. I mercati, tra l’altro, offrono la possibilità di fare trading su svariati strumenti: 

Impara a fare trading: un approfondimento

In ogni caso se si sceglie di destinare tutto il capitale ad una sola attività di trading, si deve essere collateralmente coscienti che il grado di rischio aumenta considerevolmente. Scegli quindi, da subito, di dividere il tuo capitale destinando una percentuale ad uno piuttosto che ad un altro strumento. 

L’avidità non è sempre una cosa sbagliata. Sicuramente quando vedi sui social le storie di quelli che hanno sbancato e girano in Lamborghini a Dubai ti rode il culo, e hai anche ragione. Quello che posso dirti, però, è che se quelle persone hanno raggiunto i loro obiettivi è perché ci hanno creduto.

Nessuno regala niente! Mai. I soldi non piovono dal cielo se non per quei pochi fortunati baciati dalla dea bendata che vincono al Superenalotto e per quegli altrettanti debosciati che scelgono di guadagnare denaro in maniera illecita e criminale. 

Per il resto: ricchezza significa avere degli obiettivi e raggiungerli senza se e senza ma. Per far questo ci vuole un pizzico di avidità: avidità di successo, di denaro, di sapere. La cosa fondamentale sarà poi utilizzare questo tuo know how per delle finalità nobili. Il resto verrà da se. 

La strategia non convenzionale consiste nell’avere all’interno di una stanza un team di trading di più persone che, alla fine della corsa, si trovi d’accordo sulla direzione che seguirà il mercato in futuro. I trader di successo hanno costituito sempre delle squadre di trader che hanno dovuto sviluppare delle skills per esaminare il mercato mediante questa tecnica. 

Quando un gruppo intero giunge alla medesima conclusione, quell’investimento avrà una possibilità maggiore rispetto ad un altro, di chiudersi a ROI e quindi a Profitto. Il trading di gruppo? Io ci credo! Si è più stimolati e si riesce, in un modo o nell’altro a sopportarsi in maniera continuativa.

Per questo motivo ti invitiamo ad entrare nelle nostre community dove potrai trovare supporto continuo per sedare ogni tuo dubbio o perplessità. 

impara a fare trading sonny foschino

Quinto step: imparare il trading con il trading simulator o piattaforma demo di trading

Non buttare subito il soldo vero. Prima di iniziare è necessario che tu capisca alla perfezione quanto stai facendo e ciò che hai dinnanzi a te. Solo così potrai avere una visione chiara e oggettiva della realtà e di tutto ciò che ci circonda. Parti, quindi, con il trading in demo, in maniera tale che non rischierai assolutamente nulla e potrai testare la tua strategia in tutta sicurezza. 

Infatti il denaro virtuale, per quanto sia finto e quindi a zero rischio, ci può dare delle preziose informazioni che si apprendono sul campo sia per ciò che riguarda l’utilizzo degli strumenti come la leva e il margine per i CFD, o le commissioni per Opzioni o Future. 

Broker Trading Online: se vuoi provare il trading in demo con i CFD noi ti raccomandiamo Capital.com, dove potrai provare il trading su più di 3000 strumenti. Una volta scaricata la piattaforma potrai provare le tue strategie in demo, e farlo a costo zero.

PROVA GRATIS IL TRADING SIMULATOR 💶

Mal che vada avrai solo perso dei demo soldi, e quindi la tua vita non cambierà di un millimetro. Avrai il tempo per migliorare la tua strategia e per iniziare a fare dei test a mano a mano che studi e che accresci il tuo bagaglio culturale. 

Lo step successivo sarà quello di partire con un capitale adeguato. No, non parlo di cinquantamila o di 20.000 euro. Parlo di 1000, 2000. I soldi necessari per iniziare a gestire la tua emotività con un capitale contenuto. L’obiettivo, inizialmente, sarà quello di:

  • gestire le emozioni
  • applicare il money management 
  • ottimizzare punti di ingresso e di uscita usando l’Analisi Tecnica dei grafici 

A quel punto iniziare a fare trading sarà una scelta consapevole. Ma vediamo adesso l’ultimo passo, prima di fornirti alcuni consigli utili se hai pensato di intraprendere questo percorso. 

Sesto Step: i guadagni arrivano se la costanza non viene a mancare.

Una volta che avrai assimilato tutti questi mie consigli, sarà compito tuo saperli applicare per trarre profitto dai mercati. A quel punto, con molta probabilità, potrai iniziare a guadagnare soldi. Focalizzati quindi sull’implemento del capitale solo e solo se ti senti via via più sicuro.

La strategia, nel corso del tempo, è destinata a consolidarsi e a diventare sempre più funzionale. Il risultato più grande di questa cosa è che i risultati inizieranno a diventare costanti nel tempo. Ed è li che inizierai a capitalizzare il tuo conto di investimento. Il tutto sempre in maniera cauta ed estremamente graduale, rispettando e tenendo bene a mente sempre i principi di un money management adeguato. 

Una volta chiarito questo concetto cerchiamo di capire se ci sono dei consigli operativi che ti permetteranno di diventare un trader profittevole. Ricorda che la cosa essenziale è gestire le proprie posizioni in maniera intelligente gestendo il tuo trade e il tuo conto come un professionista puntando a controllare il rischio e a gestire il tuo capitale secondo delle regole ben precise. 

Evita di fare trading online se… 

In questa sezione voglio darti dei consigli su quando è necessario evitare di fare trading o almeno ridurre di molto la propria esposizione.

Ecco dunque i 7 momenti particolari in cui un trader farebbe bene a non fare trading, o comunque nella peggiore delle ipotesi, ridurre al minimo la sua operatività.

1. Evita di fare trading online se vieni da fasi in cui ti sei esposto troppo sul mercato.

Questo vuol dire che se hai affrontato un periodo in cui sei stato costretto ad aumentare consapevolmente la tua esposizione, ti conviene formarti. Tutto dipende dal tuo trading plan. Quante operazioni dei aprire in un giorno? Quali sono i trade che fanno parte della tua strategia? Se ti accorgi che ti stai facendo prendere la mano evita di continuare. Rischierai di bruciare il denaro molto presto. 

2. Impara il trading ma non aumentare il rischio 

Parliamo di una delle cose più importanti da tenere a mente quando si inizia il trading online. In questo ObiettivoTrading ti ha riservato delle lezioni chiave che ti permetteranno di capire per quale motivo aumentare il rischio può portare ingenti guadagni o ingenti perdite. 

Nel corso di un anno operativo si possono ovviamente subire delle perdite. Quello è il momento in cui è necessario diventare saggi e controllare le proprie emozioni. La consapevolezza deve portarti a fermarti. Se nei momenti di debolezza persisti l’unico rischio concreto è quello di vedere il tuo capitale azzerato dalla tua avidità e dalla tua prepotenza. Il mercato ha sempre, ricordalo, sempre ragione. 

Se quindi la tua strategia inizia a fare acqua fermati. Ritorna a lavorare in demo e riprendi in mano i soldi reali sono quando avrai sedato i tuoi dubbi. Lo storico ti aiuterà a capire quali sono gli eventuali errori che hai fatto e per quale motivo hai perso soldi.

Non devi per nessuna ragione aumentare l’esposizione con l’intento di recuperare le perdite. Questa strategia è buona per portare i tuoi capitali ad azzerassi. Non si rischia di più per recuperare le perdite. Il money management è fondamentale in ogni contesto, anche nei momenti non rosei. 

I professionisti ragionano così. I dilettanti allo sbaraglio se ne fregano e scambiano il trading per un gioco d’azzardo, arrabbiandosi magari dal momento in cui si inizia a perdere denaro. Questa cosa è totalmente sbagliata. 

Che consigli ti do? Come fare trading on line?

  1. Non aumentare il rischio se vieni da un periodo di perdita. 
  2. La pressione psicologica non deve governare la tua mente
  3. cerca sempre di allinearti con la tendenza del mercato
  4. Prendersi una pausa, spesso, è un’ottima medicina
  5. Nei periodi difficili riduci la tua operatività. Prenditi uno stop e riparti più tonico. Il mercato non scappa
  6. Programma la tua operatività 
  7. Tieni d’occhio gli eventi del Calendario Economico.

3.Tieni sotto controllo il drawdown. Se vai sotto del 10% qualcosa non va. 

Se, potenzialmente, sei sotto del 7 o 8%, devi evitare assolutamente di continuare il trading. Perdere una quantità di denaro alta può realmente influire sulla tua vita di tutti i giorni. Io stesso quando perdo mi faccio pervadere da stress e ansia, sopratutto quando si lasciano delle posizioni over night. Nel tempo, però, ho imparato a gestire la mia esposizione in maniera matematica, e già questo basta a farti vivere tranquillo. 

Quando il DD raggiunge il 10/12% puoi valutare di chiudere tutto e cominciare da capo. 

Se inizi ad aprire più posizioni o ad aumentare la leva finanziaria è inevitabile aumentare considerevolmente il rischio che porta la nostra posizione ad aggravarsi sempre di più. A quel punto blocca tutto, fermati, riduci l’operatività alla mera gestione delle perdite e prenditi il tempo per studiare e approfondire analisi, notizie e grafici per ritornare in campo con una strategia adeguata. 

Fermati: 2, 3 settimane. Un mese… Finché c’è mondo c’è mercato e questo è un dato di fatto. 

4. Sei angosciato? Stressato? Hai delle preoccupazioni che ti tengono la mente occupata. Non fare trading.

L’uomo, ogni giorno, ha a che fare con le sue emozioni. Ma questo che cosa comporta? Comporta che la nostra mente possa essere, in un modo o nell’altro, condizionata da tutto quello che accade attorno a noi. La nostra psiche è sicuramente condizionata dagli eventi e dalle circostanze. Fare trade in queste condizioni è sconsigliato!

Ma cosa bisogna fare in questo contesto? La cosa essenziale, nel trading, è prendere delle scelte razionali e ponderate, altrimenti ogni sbaglio si trasformerà in una perdita.  Per questo motivo nei momenti di forte pressione, di stress e di ansia il nostro consiglio è quello di risolvere i tuoi problemi anziché buttarti nel trading per non pensarci. Questo è un errore assai comune che devi evitare in ogni caso. 

Prendi tempo. Come già detto i mercati finanziari saranno sempre li pronti ad aspettarti dopo il tuo periodo di osservazione. 

Nel corso di questo periodo si possono fare parecchie cose:

  • esaminare le operazioni passate
  • studiare i grafici sui vari time frame 
  • fare delle ricerche nel campo fondamentale 

Così facendo sarà più facile per il trader andare ad approfondire la sua strategie e capire quali sono gli errori e i punti deboli che vanno potenziati per tornare ad essere profittevole. Per far questo serve spirito di autocritica e mente libera. Dal momento in cui ritornerai sul campo vedrai le cose in maniera diversa. 

5. Studia la volatilità del mercato seguendo delle strategie direzionali 

Il compito di ogni investitore che si voglia reputare tale è quello di dedurre la direzione del mercato. Il trader trova occasione per investire nelle fasi di volatilità. Infatti quando il mercato lateralizza diventa molto più difficile fare dei profitti. Per questo motivo devi allenarti a capire quando sei dinnanzi ad una volatilità favorevole o ad una volatilità contraria. 

Se ti trovi dinnanzi alla volatilità favorevole, il titolo che stai esaminando inizierà a salire o scendere in maniera costante e graduale giorno dopo giorno. Sono quelle le occasioni di mercato che si possono e si devono sfruttare per la propria operatività. Quando la volatilità è sfavorevole, significa che il mercato inizia a salire e scendere in maniera repentina, senza andare incontro ad un movimento direzionale. 

Sono i momento in cui i nostri soldi sono più potenzialmente a rischio con tutto ciò che ne consegue. Per questo motivo bisogna imparare a riconoscere il trend in atto del mercato per puntare a posizionarsi in trend e vedere le proprie posizioni implementare i guadagni del tuo conto. Un consiglio utile, quindi si usano delle strategie Trend Following, è quello di partire sempre dall’analisi dei grafici su Time Frame mensile e settimanale. 

6. Se non sei in grado di rispettare le regole di Money Management evita di far trading. 

Il tuo piano di trading deve essere sempre al tuo fianco, sopratutto nella fase in cui stai operando. 

Ergo: se ti sei reso conto di essere andato oltre il rischio che ti eri prefissato è il momento di fermarsi e di capire che cosa è successo. Seguire la propria strategia e il proprio money management è essenziale per evitare di incombere in gravissimi errori tecnici che non porteranno nulla di buono. La strategia e il money management vanno sempre rispettate, in qualunque momento. 

7. Trading come si fa? Senza euforia, sennò ti fai male

Quando il trader diventa avido, purtroppo, inizia a subentrare uno stato d’animo che lo porterà a perdere il proprio capitale. In genere, infatti, alle grandi vincite, seguono le ben più grandi perdite. Il motivo è molto semplice: una volta che si chiudono una serie di trade in profitto, non è difficile farsi prendere la mano, aumentare l’esposizione e compromettere quanto di buono fatto in precedenza.

Questo perché il trader è uomo, e come tale si fa prendere la mano e non tratta le vincite allo stesso modo del capitale iniziale. Questo è uno degli errori più gravi che si possono commettere sul mercato, e, non ti nascondo, il più ricorrente. 

Quindi ben venga la soddisfazione, l’entusiasmo, ma fa in modo che tutto sia controllato. Non sei nessuno se non dimostri che la tua strategia ha senso che che è sostenibile nel tempo. Se non capisci questo andrai incontro a dei problemi non indifferenti. 

Hai guadagnato denaro dalle tue posizioni? Bene! La soddisfazione ci sta, ma non mettere in mezzo troppa euforia, altrimenti rischi di rompere quell’equilibrio essenziale che sta tra il pessimismo e l’eccitazione, la preoccupazione e l’entusiasmo. Cerca sempre questo, in ogni cosa che fai: l’equilibrio. 

Esauriti questi argomenti, prima di lasciarti con il corso gratuito ObiettivoTrading® che abbiamo realizzato per te e che ti porterà aad avere delle informazioni aggiuntiva su quanto spiegato fin qui, ti lascio con la spiegazione di una strategia di trading che sta iniziando a spopolare tra gli investitori e che può portare ad un controllo dell’esposizione in maniera adeguata anche perché si punta a individuare e cavalcare il trend di mercato.

Parlo dell’antimantingala. Se questa guida ti è piaciuta raggiungici su tutte le nostre community e facci sapere che cosa ne pensi.

Alla tua libertà e alla tua carriera. 

Impara a far trading con l’Antimartingala: come funziona

Il Trading online come funziona?

Il mercato può tranquillamente essere immaginato come una griglia sulla quale si studiano i propri ingressi a mercato. Questo vuol dire che se io voglio investire su Tesla, ad esempio, dovrò strutturare una strategia di ingresso che mi permetta di minimizzare il rischio di perdere e di ottimizzare i profitti. Se nel corso del tempo poi il titolo dovesse continuare a performare, aumenterò gradualmente l’esposizione ma rispettando delle regole ben precise che ho deciso di elencare. 

Segui queste pochissime regole e metti subito in pratica la strategia dell’antimartingala. 

Vediamo paso passo come si gestisce un investimento utilizzando questo metodo. 

1. Rilancia solo le posizioni in guadagno, non quelle in perdita. 

Per fare questo esempio ci serviremo ancora una volta di Tesla. Molti sono tentati a fare il perfetto opposto ossia continuare a comprare al prezzo più basso nella speranza che risalga. Ora, in alcuni casi anche questo metodo ha senso, ma utilizzando la strategia che sto per descriverti non potrai per nessuna ragione avere delle posizioni in perdita. 

Torniamo a Tesla: se il prezzo è a 400 per azione e decido di entrare a mercato, compro le mie prime 100 azioni col prezzo a 400. Nella griglia ipotetica farò scattare degli ordini buy quando il prezzo sarà arrivato a 450. E quante azioni dovrò comprare? Si hai indovinato: 50. A mano a mano che il prezzo dello strumento sale dovrai entrare con l’esposizione dimezzata fino ad un numero x di volte.

Questo metodo, quindi funziona solo ed esclusivamente se hai azzeccato il primo trade e se vedi che c’è una spinta forte nella direzione da te indicata. Per far questo è sempre necessario, comunque, esporsi in quei titoli che performano, altrimenti diventa difficile attuarla. Nei punti successivi entreremo ancora di più nel pratico. 

2. L’antimartingala si usa solo quando c’è un trend definito 

Se il trend di fondo viene in un modo o nell’altro compromesso, non potrai attuare questa stategia. Se guardi invece titoli come Amazon, Facebook o Apple ti renderai conto che l’antimartingala, utilizzato nel corso del tempo, ti avrà dato dei risultati encomiabili, come è stato con molti investitori e anche con noi stessi.

Ci sono molti trader che puntano a speculare sulle correzioni, ma è giusto dirti che si tratta di una strategia molto rischiosa e che comunque deve essere effettuata su punti di mercato ragionati e in maniera ponderata. 

Le posizioni che seguono il trend, invece, possono essere incrementate nel corso della salita (o della discesa) e questo è già sufficiente a permetterci di poter gestire i nostri investimenti in maniera professionale. 

3. Attento alle size delle posizioni che aggiungi al tuo portafoglio

Le posizioni dovranno essere incrementate secondo un criterio abbastanza logico. Più il prezzo sale, più il crollo diventa probabile da un momento all’atro. Per questo motivo dovrai utilizzare una logica decrescente, piramidale. Il primo trade, appunto, sarà quello determinante perché andrà a delineare tutta la nostra successiva operatività. Chi, invece, entra con poco e incrementa successivamente, in genere rischia di azzerare tutti i guadagni. Questo perché dal momento in cui il titolo inizia ad andare nella direzione opposta alla nostra, si rischia seriamente di farsi male.

La cosa fondamentale, però, come abbiamo avuto modo di specificare, è testare con un conto demo tutte le strategie, prima di prendere delle decisioni azzardate. Prova delle operazioni cercando di selezionare quelli che possono essere gli strumenti con una maggiore volatilità, e che potranno quindi darti più soddisfazioni. 

4. La prima posizione deve avere lo stop loss. 

Calcola sempre che il secondo investimento della griglia deve essere evaso al mercato facendo leva con i guadagni della prima posizione. Se la prima posizione andasse a male, è meglio prendere lo stop loss e ritentare in un altro contesto. Bisogna essere chiari su questo. Tenere sempre in considerazione gli stop loss quando si attua questa  particolare strategia. Calcola sempre, quindi, a monte qual è la somma di denaro che vuoi mettere in ballo e non andare sotto di essa per nessuna ragione. 

Se la tua percentuale massima che puoi rischiare per ogni investimento è il 5% devi rimanere coerente con te stesso. 

5. Occhio a non rilanciare all’infinito. 

Anche nella griglia vi è un momento in cui si esaurisce la possibilità di entrare. Infatti se fai caso a questa sequenza capisci bene quello che intendo dire:

100 – 50 – 25 – 12,5 – 6.25 – 3.125 – ….

Ora la somma di tutti questi investimenti non deve comunque mai superare il 15/20% del capitale in funzione alla regola sulla diversificazione di cui abbiamo avuto modo di parlare all’inizio di questo articolo. Il trading è fatto di numeri e studio. Tutti gli approfondimenti li puoi trovare nel nostro ObiettivoTrading®, un corso su misura pensato per te che potrai iniziare a seguire adesso e gratis. 

Spero che questi consigli siano stati utili e che avremo modo di poter approfondire degli altri importanti concetti assieme. Ricorda sempre che i cavalli di razza si vedono sul lungo tragitto. Non basta una serie di vincite per sentirsi il trader più affermato del mondo. È fondamentale imparare il trading basando tutto su dei concetti chiari, lineari e replicabili. Solo usando queste regole avrai la possibilità di costruire un sistema di trading vincente, duraturo e sostenibile nel tempo. 

Sei pronto? Impara a fare trading: ci vediamo nella community. 

Ciao.

ACCEDI AL CORSO GRATIS

 

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments