Dividendi azioni cosa sono e come funzionano

0
34
dividendi azioni cosa sono

Il termine investimento può abbracciare diversi settori, possiamo investire in beni immobili, mobili o nella nuova finanza digitale. Negli ultimi anni sempre più persone investono in azioni e si imbattono in vocaboli e nomenclature nuove da imparare per ottenere dei buoni risultati. Uno dei termini più interessanti è sicuramente dividendo, nelle prossime righe cercheremo di comprendere il significato, come calcolarlo e le possibili tassazioni. Dividendi azioni cosa sono

Quando si utilizza la parola dividendo ci si riferisce a quella porzione di utili che un privato o un’azienda distribuisce ai propri azionisti al completamente dell’esercizio. I dividendi vengo approvati da un’assemblea dedicata seguendo le indicazioni degli amministratori.
Possiamo, quindi, definirlo come una delle voci che danno forma al guadagno in un determinato investimento azionario. Stabilendone la porzione di utili che la società principale eroga agli azionisti al completamento dell’esercizio.

Tipologie di dividendi

La definizione evidenzia come sia possibile determinare più tipologie di dividendi, ma possiamo identificarne due principali: dividendo ordinario e dividendo straordinario. Vediamo cosa rappresentano per l’esercizio di un’azienda.

  • Dividendo ordinario: appartengono alla tipologia di dividendo ordinario tutti gli utili che normalmente derivano dall’attività dell’azienda.Tale componente garantisce all’azionista un’erogazione periodica negli anni ed è quella più utilizzata per i progetti a lungo termine.
  • Dividendo straordinario: questa tipologia di dividendi viene a sommarsi a quella ordinaria. Essa deriva principalmente dalle riserve di liquidità dell’azienda e non dagli utili accumulati. Tale processo converge necessariamente in una irregolarità temporale dell’erogazione nei confronti degli azionisti.

Come calcolare i dividendi

dividendi azioni cosa sono

Preso atto di cosa siano e quali tipologie possono essere scelte è opportuno comprendere il sistema più rapido per calcolare i dividendi azionari.
Il primo passo consiste nel trovare, insieme all’assemblea, il valore del dividendo per azione (DPS) da elargire a tutti gli azionisti. Tale valore è ricavato dal rapporto tra tutti gli utili distribuiti e il numero reale delle azioni secondarie.

Determinato il valore del DPS ogni azionista ha la facoltà e le basi per calcolare il compenso. Il calcolo non avviene immediatamente poiché abbiamo la necessità di eseguire più passaggi, vediamoli in breve.
Azioni: il primo passaggio consiste nel verificare il numero di azioni possedute, ciò può avvenire attraverso il broker di fiducia o contattando la banca.
DPS: insieme al numero di azioni bisogna conoscere il DPS, fornito come anticipato nelle righe precedenti dall’assemblea.

Formula per il calcolo dei dividendi: D=DPSxS

La formula identifica nello specifico: D= valore dei dividendi che stiamo cercando; DPS= dividendo per azioni; S= numero di azioni possedute.

Affinché si possa avere un’idea più concreta mettiamoci nella condizione secondo la quale siamo in possesso di 1000 azioni della compagnia X e grazie all’assemblea dei soci veniamo a conoscenza che il valore del DPS è di 0.50 euro.

La formula ci porta a dedurre che D=0.50×1000= 500; stabilendo che ci spettano 500 euro dopo il pagamento.

Tassazione sui dividendi

Uno dei temi più interessanti sui dividendi azionari è la giurisdizione fiscale. Per essere sintetici basterebbe affermare che in Italia la tassazione sui dividendi è basata sull’aliquota prevista per tutti i guadagni in conto capitale, attestandosi quindi al 12.5%.

Per chiarire con un esempio pratico mettiamoci nella condizione di dividere un capitale in 100.000 azioni con l’esercizio chiuso in utile netto di 200.000 euro. Dopo l’assemblea viene stabilito che si avrà un payout del 50% e che spetterebbero 100.000 agli azionisti, avremo quindi 1 euro per ogni azione.

Nel caso in cui un azionista possedesse 2000 azioni incasserebbe di conseguenza 2000 euro, a cui si detraggono 125 euro da versare al Fisco (12.5%).

Conclusioni

Gli investimenti finanziari sono ormai una componente attiva della società moderna ed è importante comprenderne le dinamiche per adattarsi nel modo migliore possibile. Come analizzato nelle righe precedenti il calcolo dei dividendi azionari è molto semplice, ma è necessario conoscere il numero di azioni e il DPS. Molti azionisti sottovalutano la tassazione del 12.5%, ma deve essere considerata per effettuare investimenti consapevoli.


Leggi anche

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments