728x90

Cosa succede tra Venezuela e Guayana: risorse, geopolitica e contrasti

Date:

Share:

Le relazioni tra il Venezuela e la Guayana sono strettamente legate alla storia, alla geopolitica e alle risorse naturali della regione. La Guayana, situata a nord del Sud America, è ricca di risorse e materie prime, tra cui petrolio, gas naturale, oro e diamanti. Queste risorse hanno reso la Guayana un attore chiave nella geopolitica regionale, suscitando l’interesse di diversi paesi, tra cui il Venezuela.

Storia delle relazioni tra Venezuela e Guayana

La storiad elle relazioni tra i due paesi risalgono all’epoca coloniale, quando entrambe le regioni erano contese tra le potenze europee. In particolar modo Spagna e Regno Unito. Dopo l’indipendenza, i due paesi hanno intrattenuto rapporti altalenanti, caratterizzati da periodi di cooperazione e di tensione. Una delle principali questioni di contesa tra i due paesi è stata la disputa sul confine, in particolare sulla regione dell’Essequibo, ricca di risorse naturali. Nel 1899, un tribunale arbitrale assegnò la regione allora contesa alla Guayana britannica, decisione che il Venezuela non riconobbe mai completamente.

Importanza strategica delle risorse

La Guayana è ricca di risorse naturali, tra cui petrolio, gas naturale, oro e diamanti. Queste risorse hanno reso la regione estremamente attraente per le potenze straniere, che hanno cercato di sfruttarle per fini economici e geopolitici. In particolare, il petrolio e il gas naturale della Guayana hanno attirato l’attenzione di diverse compagnie petrolifere internazionali, che hanno avviato progetti di estrazione nella regione. Questi progetti hanno suscitato l’interesse del Venezuela, che ha rivendicato la sovranità sulla regione dell’Essequibo, ricca di giacimenti petroliferi.

Il paese ha adottato diverse politiche economiche per favorire lo sviluppo del settore petrolifero. In seguito alla scoperta dei nuovi giacimenti petroliferi al largo delle sue coste, il governo guyanese ha attuato riforme legislative e istituzionali per regolare l’estrazione e la produzione di petrolio, nonché per attirare investimenti stranieri nel settore. In particolare, è stata istituita un’Agenzia per il Petrolio della Guyana (GPA) per supervisionare l’attività petrolifera e garantire la trasparenza e la sostenibilità del settore. Inoltre, il governo ha stipulato accordi con diverse compagnie petrolifere internazionali, tra cui ExxonMobil, per lo sfruttamento dei giacimenti petroliferi, garantendo condizioni fiscali e contrattuali favorevoli per gli investitori. Queste politiche hanno contribuito a promuovere la crescita del settore petrolifero e a trasformare la Guyana in uno dei principali produttori di petrolio dell’America Latina, generando significativi aumenti del PIL e delle entrate pubbliche

Dinamiche geopolitiche attuali

La varietà e quantità di risorse naturali hanno reso la regione un nodo cruciale nella geopolitica sudamericana. Il Venezuela, in particolare, ha cercato di esercitare influenza sulla Guayana, sia attraverso vie diplomatiche che attraverso azioni più dirette. Nel 2015, ad esempio, il Venezuela ha contestato l’assegnazione di concessioni petrolifere nella regione dell’Essequibo a una compagnia petrolifera statunitense, la Exxon, suscitando preoccupazioni per la sicurezza e la stabilità della regione. Allo stesso tempo, la Guayana ha cercato il sostegno di altre potenze sudamericane e internazionali, tra cui gli Stati Uniti, per difendere la propria sovranità e “patrimonio” naturale.

Nonostante duri da più di 180 anni e non è mai stata risolta. Nel 1899, un tribunale arbitrale assegnò la regione allora contesa alla Guayana britannica, decisione che il Venezuela non ha mai riconosciuto completamente. Sempre nel 2015, il Venezuela ha revocato un accordo del 1966 che riconosceva la validità della sentenza arbitrale del 1899, suscitando preoccupazioni per la stabilità della regione. Nel 2023, il presidente venezuelano Nicolas Maduro ha vinto un referendum sull’annessione di una larga fetta della Guyana Esequiba, un territorio di 160 mila chilometri quadrati, suscitando preoccupazioni per un possibile conflitto militare e destabilizzazione dell’America Latina.

Le conseguenze di una guerra tra Venezuela e Guayana

L’annessione della Guyana Esequiba da parte del Venezuela potrebbe avere importanti conseguenze politiche ed economiche. Dal punto di vista politico, l’aggressione armata scatenerebbe le reazioni dei suoi alleati e non solo. La Guyana ha già dichiarato che non riconoscerà i risultati del recente referendum indetto dal governo venezuelano, e la comunità internazionale potrebbe condannare l’annessione come una violazione del diritto internazionale. Ci sono anche preoccupazioni che l’annessione possa portare a un conflitto armato tra i due paesi, con gravi conseguenze per la stabilità dell’America Latina.

Dal punto di vista economico, l’interesse per la Guyana Esequiba, come già anticipato, è dovuto alla ricca presenza di risorse naturali, tra cui petrolio, gas e oro. L’annessione della regione potrebbe consentire al Venezuela di accedere a queste risorse, fornendo un importante impulso all’economia del paese. Tuttavia, l’annessione potrebbe anche portare a sanzioni economiche da parte della comunità internazionale, danneggiando l’economia venezuelana. Inoltre, l’annessione potrebbe danneggiare le già critiche relazioni commerciali del Venezuela con altri paesi, compresi quelli che attualmente operano nella regione, soprattutto gli Stati Uniti.


Leggi anche

Enclave di Kaliningrad: cos’è e perché è importante per la Russia

Paesi produttori di Gas: quali sono i maggiori?

Sette sorelle petrolio: origini e storia del “cartello”

ETF cosa sono? Esempi pratici sul Petrolio e sull’Oro

Subscribe

━ more like this

Glossario del mutuo casa: termini che devi conoscere

I mutui casa sono finanziamenti dedicati a tutti quei soggetti privati che intendono acquistare la loro prima abitazione, una seconda abitazione oppure ristrutturare un...

Quali sono i requisiti e i vantaggi dei conti online a zero spese?

I conti correnti online zero spese sono ormai la tipologia di conto bancario più diffusa; con il passare degli anni, infatti, hanno gradualmente soppiantato...

Meccanismo Europeo di Stabilità (MES): cos’è e come funziona

Il Meccanismo Europeo di Stabilità (MES) è un'organizzazione intergovernativa europea con sede a Lussemburgo, istituita per garantire la stabilità finanziaria nella zona euro. Il...

Buy Now Pay Later: il nuovo trend degli acquisti online

Negli ultimi anni, il modello di acquisto "buy now, pay later" (BNPL) ha guadagnato popolarità in tutto il mondo, inclusa l'Italia. Questa opzione di...

Aiuti all’Ucraina: anche il Senato USA respinge nuova richiesta

Il Senato degli Stati Uniti ha respinto in modo clamoroso la richiesta del presidente Joe Biden di ottenere nuovi aiuti all'Ucraina, rappresentando un significativo...