Comprare Oro Conviene? Ecco cosa sapere prima di investire

0
230

Da quando l’uomo ha abbondato i rudimentali mezzi di scambio e si diffuse la prima idea di sistema economico, il suo nome è già sinonimo di ricchezza: l’oro. Nelle economie moderne è considerato il bene rifugio per eccellenza. E comprare oro diventa sempre più una necessità.

Investire in oro è una delle scelte di investimento più diffuse tra chi ha dei capitali. Quindi, non solo chi decide di mettere al sicuro i propri “soldi liquidi”, comprar oro è anche speculazione. Infatti, molti trader prediligono il trading sull’oro per le opportunità che offre. 

Comprare oro

Da millenni l’oro è lo strumento più noto per l’accrescimento e la preservazione della ricchezza. Le sue caratteristiche intrinseche, nonché la sua rarità, lo rendono un bene altamente richiesto. Il mercato moderno vista la sempre più difficile reperibilità, dovuta all’estrazione, lo ha spinto a toccare sempre nuovi massimi. La domanda che gli investitori “non professionali” pongono maggiormente è come comprare oro e con quali modalità.
Tra le modalità più note per acquistare oro da investimento vi è quella fisica o comprando titoli e simili. 

Come investire in oro fisico?

Può sembrare banale ma in realtà la maggior parte delle persone ignora quali siano le modalità sicure. Infatti, dove comprare oro da investimento è, oggi, sì semplice ma con le dovute cautele.

Infatti, è possibile comprare oro certificato rivolgendosi ad apposite attività autorizzate come le banche o gli operatori professionali in oro. In ogni paese vi saranno pertanto le sedi opportune per comprare oro come investimento. Esistono intermediari che consentono di comprare oro in Italia.

È possibile consultare la lista degli operatori abilitati nella sezione dedicata sul sito web della Banca d’Italia. Qui è possibile conoscere dove acquistare oro fisico.
E’ possibile, quindi, indicare due tipologie di bene fisico per questo tipo di investimento: lingotto e moneta.

Per entrambi, conta che la loro composizione sia di oro puro con un valore di 999,99. Nel caso del lingotto, esso nasce per essere una formata di acquisto dell’oro fisico per investimento. Pertanto, nel suo caso, oltre la composizione, troveremo caratteristiche (incise sopra) come purezza, peso e provenienza.

Dove acquistare oro fisico?

Oltre a recarsi fisicamente in banca o in una delle attività autorizzate, vi sono alcuni intermediari che permettono di comprare oro online. Inoltre, prevedono anche una serie di servizi aggiuntivi come la custodia e altre opportunità.

Alcune di queste attività permettono di acquistare oro online attraverso i loro portali con procedure sicure e certificate. Come la piattaforma BullionVault. Un metodo alternativo al comprare oro in banca. Badate bene che questi servizi solitamente richiedono una fee per la custodia del vostro oro nei loro caveau. Una via più semplice dove comprare lingotti d’oro da investimento.

BullionVault

Quindi, per restare nell’esempio classico, comprare oro in lingotti può essere la strada più idonea per il nostro investimento. Ma quanto costa? Su come acquistare oro per investimento è necessario capire anche chi sarà parte in causa in questo nostro affare.

Come accennavamo, l’acquisto di oro fisico è diffuso sotto forma di moneta o classico lingotto d’oro. Nel caso della moneta, non essendo più mezzo di pagamento, ha come valore il suo effettivo contenuto d’oro (e non più quello nominale).

Situazione identica per quanto riguarda il lingotto, mezzo tradizionalmente più idoneo e utilizzato per questo fine. Vi sarebbe, inoltre, l’acquisto di gioielli in oro ma questa forma non è consigliato per gli investimenti. Infatti, il prezzo del manufatto dipende più dal valore aggiunto della trasformazioni o presenza di pietre preziose. 

Cosa determina il prezzo dell’oro da investimento?

Possiamo indicare, fondamentalmente, tre criteri che determinano il prezzo dell’oro fisico che intendiamo acquistare. Abbiamo specificato che le caratteristiche affinché sia qualificato come oro da investimento sono diverse per monete e lingotti.
Per i lingotti o placche, bisogna che il loro peso sia superiore ad 1 grammo e il suo contenuto di oro puro sia pari a 995 millesimi. 

Discorso analogo va fatto per le monete d’oro, che hanno o hanno avuto corso legale nel paese di origine.  L’elenco di queste, è predisposto e pubblicato dalla Gazzetta della Commissione delle Comunità Europee, serie C.

Determinano il prezzo dell’oro da investimento essenzialmente 3 parametri:

  1. Il prezzo dell’oro in quel dato giorno (secondo la quotazione di mercato)
  2. La purezza dell’oro contenuto
  3. La commissione, o meglio lo spread, applicato dal venditore.

Metodi alternativi all’acquisto di oro fisico

I rischi legati alla detenzione di oro fisico, se decide di tenere i propri lingotti o monete nella propria cassaforte, sono quelli classici. In primis, la sicurezza riguardo la detenzione e l’essere soggetto a i problemi e spese del caso. Un’altra modalità, è utilizzare gli strumenti finanziari per speculare e trarre profitto dall’oro.

Tra le possibilità sul come acquistare oro per investimento, vi sono senza dubbio gli ETF e gli ETC, gli investimenti in azioni (di compagnie minerarie e altri operatori), future, opzioni e CFD.

ETF Oro Fisico

Un fondo negoziato in borsa (Exchange Traded Fund, ETF) è un titolo che che permette di investire in titoli che replicano un indice sottostante. È utilizzato per investire in numerosi settori, dall’industria alle materie prime. Nella sostanza sono dei fondi comuni di investimento ma quotati in borsa, le cui azioni vengono scambiate giornalmente come tutti gli altri titoli azionari. Investire in fondi ETF sull’oro è un’ottima strategia per diversificare il proprio portafoglio, con la possibilità di avere sempre disponibile la propria liquidità. 

Nel caso delle materie prima abbiamo anche gli ETC (Exchange Traded Commodities). Un ETC in borsa replica il sottostante di singole materie prime o più riunite nello stesso paniere e può fornire un’interessante alternativa alla negoziazione di materie prime con i futures.

Con questo strumento è possibile investire sulle commodities come cereali, metalli, energia (petrolio, gas) fino al succo d’arancia e al bestiame.

Investire in ETF o ETC sull’oro vuol dire acquistare uno strumento finanziario il cui valore replica l’andamento di prezzo dell’oro.

Attenzione al cambio

È bene tenere a mente che quasi tutte le commodities hanno la loro quotazione in dollari. Specie per i meno esperti,  bisogna ricordare come questo dato possa incidere sul prezzo. Infatti, la quotazione dell’oro come quella di un’altra materia prima, risente in parte (a seconda dello strumento varia l’incidenza) delle fluttuazioni del cambio. Quindi, anche nel caso di ETF o ETC potremmo assistere a leggere variazioni nel prezzo dovute al rafforzamento o all’indebolimento del dollaro nei confronti dell’euro (EUR/USD).

Ma cosa influisce?

Esistono anche le quotazioni in euro o sterlina, ma è molto semplice chiarire la questione. Dopo gli accordi di Bretton Woods del 1944, l’oro aveva un tasso fisso di cambio con il dollaro, equivalente a 35$ l’oncia. Al dollaro, inoltre, erano agganciati i cambi delle altre principali valute mondiali rendendolo il perno dell’economia globale.

Questa situazione è terminata nel 1971 quando il presidente degli Stati Uniti Richard Nixon, pose fine al legame tra dollaro e oro. Da quel momento, il prezzo dell’oro continuò a essere negoziato in dollari insieme alle altre commodities.

Per questo motivo esiste una sorta di correlazione tra oro ed euro ad esempio, in quanto entrambi sono asset “rivali” al dollaro. È usuale che quando il dollaro si deprezza il valore dell’oro e dell’euro aumenti contemporaneamente e viceversa. Ma non è un regola fissa! Infatti, potrebbero sussistere delle condizioni complementari che fanno venire meno questa correlazione.

ETF vs Oro Fisico

Rispetto all’acquisto e investimento in oro fisico, alcune caratteristiche dell’ETF indicano possibili rischi. Oltre alla commissioni di gestione annuali addebitati dalla società, potrebbe accadere che i rimborsi vengano sospesi a discrezione di questa. Pertanto, si potrebbe finire in un limbo indeterminabile, oppure potrebbero giungere delle società terze il cui rating non è garantito.

Alcuni ETF, inoltre, non possiedono materialmente tutto l’oro di cui necessitano, ma utilizzano a loro volta altri strumenti finanziari come future o opzioni. Ma esistono altri strumenti derivati, contratti di leasing o swap. Insomma, ai vantaggi si aggiungono queste incognite, quindi definite bene il vostro profilo e capite quale strumento è più attinente. Pertanto, in condizioni poco stabili per il mercato o l’eventualità di crisi finanziarie potrebbe ingenerare non poche preoccupazioni. Come del resto in ogni investimento.

Future e opzioni

Oltre agli ETF e gli ETC, abbiamo a disposizione altri strumenti finanziari come Future e Opzioni sull’oro. Anche questi sono strumenti derivati il cui valore dipende sempre dall’andamento del sottostante.

Quindi, questa funzione ci permette di guadagnare sul suo rialzo o sul suo ribasso qualora si decida di acquistare un future o un’opzione.
Inoltre, questi strumenti consentono di utilizzare la cara leva. L’utilizzo di essa permette di ampliare le possibilità di guadagno, ma allo stesso tempo ci espone a perdite più ampie. Pertanto, attenzione anche ai rischi legati a questi strumenti. È il motivo per cui questo tipo di investimento è per gli utenti più esperti.

Azioni sull’oro

Se parliamo di azioni non esistono, ovviamente, delle vere e proprie azioni sull’oro. Tuttavia, abbiamo la possibilità di acquistare azioni delle società che operano con l’oro. In primis, le società minerarie il cui andamento è fortemente correlato con la quotazione della materia prima. Questo vale per tutte le maggiori company attive in queste settore.

La scelta di investire in azioni su questo settore è una scelta che permette di seguire allo stesso tempo le potenzialità. Infatti, questo consente di sfruttare le oscillazioni della quotazione e in più la struttura della company a ulteriore garanzia di stabilità.

Quindi, la scelta di investire in azionario su titoli di compagnie legate all’oro consente, oltre alla differenziazione del portafoglio, una migliore gestione del risk management.

Investire in oro con CFD

Sebbene spesso avvolti da un alone di negatività, questo strumento può essere una valida alternativa per alcune tipologie di investitori.

I CFD (Contract for Difference) non sono altro che uno strumento finanziario derivato che permette di investire sui principali mercati e asset. Infatti, oltre ad essere utilizzati nel Forex o nell’azionario, è possibile sfruttarli per investire su materie prime. 

Per fare questo, essendo tra l’altro una via accessibile e facilmente percorribile anche dai neofiti, bisogna utilizzare un intermediario regolamentato. E badate bene perché molti dei broker di CFD in circolazione vantano spesso regolamentazioni inesistenti, quindi affidatevi a quelli con reputazione più solida.

Quindi, con questo tipo di strumento saremo in grado di investire sia sulla materia prima, l’oro, che sui i titoli azionari collegati. A differenza degli altri strumenti prima menzionati, per il trader può essere un vantaggio. Anche in questo caso, studiate bene come investire nell’oro con questi strumenti.

La domanda: conviene comprare oro?

Tra le tante forme di investimento, abbiamo visto come vi siano molte strade a disposizione. Come comprare oro in banca sino al come acquistare lingotti d oro o monete, fino agli strumenti finanziari e derivati. Investire sull’oro è una soluzione che fa gola a tutti.

Questo perché ci permette di effettuare i nostri acquisti senza confini, adempiendo alle regolamentazioni. Potremmo tranquillamente comprare oro in Svizzera o compare oro a Dubai, le modalità pratiche saranno le medesime. Ovviamente, bisognerà prestare attenzione alle normative nazionali.

Ma conviene investire oro fisico? Tra tutti gli asset, sicuramente l’oro è quello che consente di tenere al sicuro il proprio capitale. Nei periodi di instabilità, investire sulla materia prima ci permetterà di mettere al riparo il nostro denaro liquido.

Infatti, la bassa volatilità lo rende sicuro sul lungo periodo e permette anche una discreta redditività. Guadagnare con l’oro, in questi casi, è un’eventualità più concreta anche rispetto agli altri strumenti. Tuttavia, a secondo del momento storico, e in ragione della scarsa volatilità i casi in cui il prezzo scenda potremmo attendere un po’ prima di recuperare.

Vendere oro è possibile? Come si fa?

Abbiamo visto come comprare oro per investimento, e in molti ci chiedono come poter vendere il proprio oro. In primis bisogna verificare lo stato dell’oro. Infatti, se avete acquistato i vostri lingotti o monete tramite un’operatore autorizzato, avrete delle certificazioni. Queste garanzie, inoltre, sono sempre valide qualora il nostro oro venga custodito in caveau autorizzati.

Se avete deciso di ritirare e custodire privatamente il vostro, al momento della vendita potrebbero chiedere di “saggiare” le condizione. Attraverso il procedimento della saggiatura, viene verificata la condizione di purezza e tutte le caratteristiche del vostro oro.

A quel punto, una volta verificato il tutto, potrete rivendere i vostri lingotti d’oro tramite gli operatori autorizzati presenti sul mercato. Il prezzo è stabilite dalla sua quotazione del momento e dalle caratteristiche dell’oro che state rivendendo al momento.

Ricordate bene, per qualsiasi investimento o vendita che intendete effettuare, badate bene a chi vi state rivolgendo. E non per ultimo, a seconda dello strumento finanziario o del mezzo fisico scelto, comprare e vendere oro è sempre materia delicata. Quindi, studiare o fatevi consigliare da esperti qualificati.

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments