Borsa Italiana: dove si trova e come funziona nel mercato.

0
34
Borsa Italiana
Visitors look at the electronic displays at the Stock Exchange (Bovespa) in Sao Paulo, Brazil, on August 10, 2011. Sao Paulo's stock main index Ibovespa Wednesday plunged 1.31% at the start of the day's operations. AFP PHOTO/YASUYOSHI CHIBA

Borsa Italiana: Cerchiamo di capire i meccanismi che riguardano il funzionamento di questo grosso intermediario.

Borsa Italiana: se ne sente sempre parlare, specie nelle riviste e nei programmi economici. Siamo praticamente ogni giorno tempestati da una serie d’informazioni che spesso, non teniamo nemmeno in considerazione. Infatti quello che è il concetto di Borsa, è praticamente conosciuto, seppur in maniera superficiale dalla maggior parte della popolazione. Tuttavia l’argomento è ignorato nei suoi funzionamenti e nelle sue dinamiche interne. In questo articolo cercheremo di approfondire tutti i concetti e le nozioni principali che ruotano intorno alla trattazione “Borsa Italiana”. Ma prima di addentrarci nei meandri dell’argomento, sono essenziali una serie di premesse che verranno debitamente trattate nel paragrafo successivo.

Cos’è la Borsa Italiana?

La borsa Italiana è un mercato finanziario regolamentato dove vengono scambiati valori mobiliari e valute estere. È praticamente un luogo dove avviene l’incontro tra la domanda e l’offerta di tutti gli investitori. Il luogo fisico oggi assume un ruolo e un profilo meno rilevante, la tecnologia infatti ci permette di operare comodamente da casa. Un tempo tutti gli investitori si incontravano all’interno di questo grande istituto, per svolgere le proprie contrattazioni di acquisto e vendita. Non sono rare le scene dei film che ritraggono questi signori in giacca e cravatta che, tramite le cosiddette “grida”, portavano a termine i propri investimenti. Tuttavia questo scenario è praticamente cambiato. La borsa Italiana ha un proprio sito ufficiale e delle proprie piattaforme con le quali è possibile operare da ogni dove.

Come funziona nello specifico la Borsa Italiana?

Cerchiamo adesso di chiarire questo concetto che, seppure possa sembrare scontato risulta di ostica comprensione alla maggioranza delle persone. La Borsa Italiana funziona come un grosso intermediario, interponendosi nel mercato degli investitori. Questo mercato è formato dalle aziende che, quotandosi iniziano la loro raccolta di capitali, in modo tale da potersi espandere nei mercati internazionali. Le aziende formano la famosa Offerta, ovvero tramite l’emissione di una serie di titoli quali azioni e obbligazioni danno l’opportunità d’investire acquisendo il diritto ai profitti e il rischio d’impresa. Dall’altra parte invece troviamo la domanda, formata dai risparmiatori, ovvero detentori di capitale che non utilizzano per scopi di prima necessità, e che sono dunque a caccia di affari. A questo punto entra il ruolo della Borsa Italiana, che alla stregua di qualsiasi altro intermediario, permette l’incontro tra la domanda e l’offerta.

Un mondo sempre più complesso e in continua evoluzione.

Si tratta di un mercato dove si scambiano i principali strumenti finanziari che sono già stati emessi e che sono quindi già in circolazione. È considerato un mercato ufficiale, o meglio regolamentato. Questo perché sono disciplinate in modo specifico tutte le operazioni di negoziazione, le loro modalità e gli operatori e tipologie contrattuali ammessi. Tuttavia, per quanto possa essere chiaro e comprensibile, il concetto precedentemente esposto è solo un esempio esemplificativo del funzionamento della Borsa Italiana. Il mondo della finanza è complesso, ed è in continua evoluzione. È un sistema sempre più interrelato, comprendente sempre una gamma più ampia di attori. Esistono inoltre una serie di strumenti molto più sofisticati rispetto ai predetti. Altra cosa comunque importante da ricordare è il fatto che, La Borsa Italiana, come quelle di tutte il mondo, è soggetta ad orari di apertura e chiusura. Ciò non avviene nel mercato valutario (forex) che dal lunedì al venerdì è aperto h 24.

La Borsa Italiana oggi

Con la legge 2 gennaio 1991 n.1, venne approvata la riforma dei mercati mobiliari. Questo portò a un processo si privatizzazione. Inoltre, il predetto testo legislativo istituì il Consiglio di Borsa Italiana, con sede a Milano. Questo organo ha accorpato in se tutte le funzioni di organizzazione del mercato, che precedentemente erano gestite dai vari organi locali. Nel 1996, con il decreto legislativo 23 luglio n.415, si arrivò all’ ultimazione del lento processo che riguardava definitivamente il completo passaggio di tutte le attività. Infatti tutti i tipi di organizzazione e gestione dei mercati regolamentati, passarono dall’autorità pubblica all’impresa privata. A seguito di tutti questi cambiamenti normativi, il 7 febbraio 1997 nacque la società privata Borsa Italiana S.p.A., con sede a Milano. Grazie a questo percorso di privatizzazione, l’apparato organico finanziario del Belpaese, confluì in un’unica Istituzione, che era appunto la predetta. Infatti la Borsa Italiana che accorpò definitivamente tutte le borse valori locali presenti in Italia. Inoltre l’organizzazione si fece capo per la gestione di tutti i mercati regolamentati allora presenti. La società è operativa dal 2 gennaio 1998.

Se vuoi leggere articoli simili qui trovi tutto quello che riguarda l’economia e la finanza.