Benjamin Rothschild: morto a 57 anni l’erede della dinastia

0
285
benjamin rothschild

Il banchiere che navigava gli oceani. Si è spento a 57 anni, a causa di un infarto, il barone Benjamin de Rothschild, erede della nota dinastia di banchieri europei. Il suo nome è legato oltre che all’impegno nel gruppo di famiglia, anche alle numerose passioni che erano la filantropia e lo sport. Lascia la moglie Ariane de Rothschild e le sue quattro figlie.

Secondo Forbes, il suo patrimonio personale ammonta a circa 1.5 miliardi di dollari.

Benjamin de Rothschild: vita e passioni del barone

L’Edmond de Rothschild Group, fondato dal padre di Benjamin e che porta il suo nome, ha comunicato che la morte del suo presidente è avvenuta venerdì pomeriggio scorso a Pregny.

Era giunto alla guida dell’impero della famiglia, del ramo svizzero dei Rothschild, nel 1997 guidando la banca in una nuova era. Infatti, era noto per essere un visionario e appassionato di finanza, oltre a dedicarsi ad iniziative sportive e di beneficienza.
Anche per questo motivo, si era ritirato già da qualche tempo dalla gestione diretta della holding di famiglia per lasciarla alla moglie Ariane de Rothschild. Lei, tra l’altro, è diventata la prima donna a sedere nel board del gruppo in tutta la storia della famiglia. Le regole del capostipite, Mayer Rothschild, impediva categoricamente che le donne potessero ereditare o addirittura gestire il patrimonio di famiglia.

Il ramo svizzero, tra l’altro era appena uscita da una controversia con il ramo francese dei Rothschild (collegato a quello inglese) sull’uso del nome come brand. Giungendo all’accordo che avrebbero utilizzato due denominazioni diverse per distinguere i gruppi: Rothschild & Co per gli uni e Edmond de Rothschild il ramo svizzero.

Gli asset gestiti arrivano a quasi 190 miliardi di dollari, essendo specializzati in asset management, private banking e private equity. È storicamente noto che la famiglia abbia sempre avuto una particolare attitudine verso questi settori, essendo presenti da oltre 300 anni in Europa. La Banca ha sede in 33 paesi del mondo e impiega circa 2600 persone.

Benjamin Rothschild era figlio di Edmond e Nadine de Rothschild, fuggiti in Svizzera durante il secondo conflitto mondiale per fuggire alla persecuzioni contro gli ebrei.

La vela e la filantropia

benjamin rothschild

Come detto, negli ultimi anni Benjamin Rothschild si è dedicato principalmente a sponsorizzare competizioni veristiche. In particolare, continuando un’impresa iniziata da una sua prozia, Julien, e condivisa anche dal padre e della moglie con il team Gitana. Progetto con il quale ha conquistato sempre più traguardi non solo sportivi ma anche tecnologici, diventando una scuderia d’eccellenza. Ultimamente, era propio impegnato sul vincere il prestigioso trofeo Jules Verne. 

Come ha reso noto la società, era uno dei membri più attivi nella Fondazione Adolphe de Rothschild, che amministra il relativo ospedale.


Leggi anche

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments