Banks Mirroring: funziona o no? La guida semplice

0
69
banks mirroring

In linea di principio i prezzi del mercato dipendono dagli scambi, o meglio dalla domanda e dall’offerta di un prodotto. In realtà, questa affermazione è incompleta. Infatti, le Banche manipolano i mercati finanziari andando ad incidere pesantemente sui rapporti domanda e offerta di un certo prodotto. Sempre più si parla di Banche commerciali, proprio per segnalare l’imponenza e l’influenza delle stesse sui mercati finanziari. Per tale ragione, è stato ideato il Banks Mirroring.

In sostanza, si tratta di una analisi delle suddette manipolazioni che viene condotta utilizzando i dati rilasciati dalle Banche e contenuti nei rapporti sugli impegni dei trader (COT), aggiornati settimanalmente. Questi dati vengono rilasciati al fine di consentire la comprensione delle dinamiche dei mercati finanziari. Ebbene, l’influenza delle banche modifica l’andamento dei mercati finanziari rendendo, talvolta, inutili le analisi tecniche e le previsioni effettuate dai trader.

Banks Mirroring: cos’è e come funziona?

Il Banks Mirroring, o sistema spia-banche, opera a monte del problema, permettendo di emulare le strategie e l’operatività, all’interno del mercato forex, delle banche.

Per poter svolgere tale attività è necessario avvalersi dei dati ufficiali pubblicati nei reports COT, elaborati dalla CFTC, ossia dalla Commodity Futures Trading Commission. Questi dati sono aggiornati settimanalmente dal governo americano ed indicano per ogni tipo di mercato i dati sulle posizioni chiuse, di acquisto e di vendita, e su quelle ancora aperte.

Le posizioni indicate nei COT fanno riferimento a tre categorie: gli investitori istituzionali, gli investitori speculativi e i piccoli investitori (small traders).

Gli investitori istituzionali, in particolare, sono coloro che hanno una gestione attiva del portafoglio azionario, che intraprendono operazioni di arbitraggio e che effettuano operazioni di copertura dai rischi. Fanno parte di tale categoria le banche, gli istituti di credito e i fondi di investimento. Peraltro, l’attività svolta da quest’ultimi può sembrare di contro tendenza, ma è la posizione che risulta nella maggior parte dei casi vincente poiché anticipano le inversioni di trend.

banks mirroring

Il sistema spia banche consiste quindi nell’analisi di tali dati ufficiali, dai quali emerge l’operatività dei grandi interlocutori del mercato finanziario. Il meccanismo di funzionamento del Banks Mirroring si basa quindi su una rielaborazione dei dati ufficiali, rilasciate dalle banche e dai fondi di investimenti, in indicatori del possibile trend del mercato.

Alcuni consigli sul Banks Mirroring

Ovviamente bisogna dire che questo sistema non permette di guadagnare non breve tempo tanti soldi, anzi non vi è neppure la certezza che si ottenga un ritorno economico. I dati ufficiali a cui è possibile accedere per fare Banks Mirroring hanno un’utilità veramente limitata. Infatti, queste informazioni presentano un ritardo di circa tre giorni, quindi bisogna essere rapidi e dedicare molto tempo a questa attività se si vuole sperare in un guadagno. L’indice CTO è molto utile per comprendere l’andamento futuro del mercato finanziario, ma del pari bisogna avere molta esperienza per fare trading sfruttando tali analisi.

Alternativa al Banks Mirroring: il social trading di eToro.

Se non si vuole perdere tempo e denaro nell’analisi dei report CTO e quindi nel Banks Mirroring, un’alternativa è il social trading. Tale sistema consente agli utenti di emulare le scelte di investimento e le strategie seguite dai principali e più redditizi trader del mercato. Nel settore del social trading la migliore piattaforma è eToro. Infatti, questo broker online è presente sul mercato da diversi anni e gode della fiducia e dell’apprezzamento dei suoi utenti. La piattaforma è autorizzata dalla CySEC ad operare in tutti i mercati finanziari Europei, oltre che dalla Financial Conduct Authority di Londra (FCA). Ebbene, eToro offre ai suoi utenti registrati il servizio di Copy Trading che consente di emulare in automatico le strategie di investimento dei trader con maggiore profitto negli investimenti effettuati.

Una volta selezionato il trader che ci interessa è anche possibile indicare uno stop loss, ossia un target minimo di valore al di sotto del quale l’operazione di investimento si concluderà automaticamente limitando la perdita. Prima di selezionare un trader è bene valutare alcuni aspetti. Non bisogna, infatti, soffermarsi solo sui dati panoramici, ma è consigliabile visionare i dettagli degli investimenti, per singolo asset. Così facendo si potrà creare un profilo dell’investitore individuato, decidendo infine se puntare su quest’ultimo o meno.

Perché scegliere il Copy Trading?

Al termine di questa breve guida si comprende che il Banks Mirroring è una attività che può risultare redditizia, ma al tempo stesso richiede esperienza e capacità. Insomma, non è alla portata di tutti. Peraltro, una valida alternativa più alla mano è offerta da eToro. Il servizio di Copy Trading è indicato anche per coloro che non hanno esperienza nel mondo del trading online, ovvero che non hanno il tempo di svolgere complesse analisi di report finanziari. L’interfaccia di eToro è intuitiva e consente una interconnessione completa tra gli utenti che vi operano.

Infine, per chi si approccia per la prima volta al trading online e teme di perdere il capitale iniziale, eToro offre un conto Demo di 100 mila dollari, ove è possibile fare pratica sui vari strumenti e servizi di investimento.


Leggi anche

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments